Roma-Napoli, Mourinho: “Partita dura e intensa, è stato un bello spettacolo”

Mourinho
   

Roma-Napoli, Mourinho a fine partita

Al termine di Roma-Napoli, il tecnico dei giallorossi Josè Mounrinho ha rilasciato alcune dichiarazione ai microfoni di DAZN. Ecco quanto detto:

“Per me è stata una grande partita, ho avuto la sensazione che con tutta la pressione sia stata una gara di alto livello. Lo 0-0 mi sembra buono, come poteva essere 1-0 per noi o 0-1 per loro. La gara è stata dura per tutte e due le squadre, c’è stata intensità e tanta concentrazione, nessuna paura ma rispetto da tutte le parti. Abbiamo chiuso bene, è stata una partita di alto livello.

Come ha visto la fase difensiva? Penso che i due terzini stiano migliorando, la copertura di Veretout e Cristante è molto buona, uno si sente meglio nell’uscire a pressare e l’altro dà copertura. Per noi era importante anche il lavoro di Zaniolo e Mkhitaryan, per la posizione di Fabian Ruiz che è importante per loro. Abbiamo giocato con un 4-4-2 difensivo, con molto pressing e intensità. Ho visto una stanchezza che mi piace, di gente che ha lavorato tanto. Oggi è stata una partita dura, abbiamo avuto le nostre occasioni ed è stata una partita che è quasi unica, siamo stati espulsi io e Spalletti.

Quanto credevate nella vittoria, per riscattare la batosta di Bodo? Quando si fa una cagata grossa come la nostra la partita seguente è sempre molto difficile, ha un peso diverso. Giocare contro il Napoli non è facile. La squadra l’ha fatto, ha provato a vincerla, ma è chiaro che bisognasse essere anche umili, come ho detto ieri. Loro volevano vincere e anche noi. Lo spettacolo magari non è stato fantastico, ma mi sono stancato anch’io dalla panchina.

Per lei, meglio la Roma vista stasera o quella contro la Juventus? Sono state due partite diverse. Abbiamo dominato di più la partita con la Juventus, avendo il controllo della palla e non giocando in transizione, anche perché la Juve non pressa come il Napoli e resta bassa. Contro i bianconeri mi è piaciuto molto la capacità di dominare il gioco, oggi invece l’organizzazione e il modo in cui abbiamo ‘controllato’ Osimhen. Sono due partite che mi sono piaciute in maniera diversa, mi dà la sensazione che la squadra di 11-12-13 giocatori mi piace. C’è materiale umano per imparare. Abbiamo giocato contro una delle 3-4 squadre più forte d’Italia. Siparietto con Insigne? Insigne è un ragazzo divertente. Scherzavamo lì. Lui è molto pesante, parla sempre con l’arbitro a chiedere il cartellino qui e il cartellino là. Gli ho detto ‘Gioca che sei bravo e non pensare all’arbitro’. Vado a casa con la sua maglia”.

PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE SUL NAPOLI CLICCA QUI

Roma-Napoli, Koulibaly: “Dispiace non aver vinto, ma non prendere gol qui non è da tutti”

Roma-Napoli, striscione contro Spalletti da parte dei tifosi giallorossi

CONTENUTI EXTRA FIRST RADIO WEB

Ucciso da colpo pistola in azienda, arrestato proprietario

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Installa la Web App di ForzAzzurri

Installa
×