Scandalo a Bergamo, volano monete e seggiolini in campo

Atalanta-Lazio
   

Vergogna a Bergamo, arriva la denuncia social, non solo il lancio delle monete che hanno colpito Pepe Reina, ma sarebbero stati scaraventati anche altri oggetti.

La Gazzetta dello Sport prende in considerazione gli episodi vergognosi avvenuti al Gewiss, durante la partita di Serie A tra Atalanta-Lazio: “Non solo il lancio di monete verso il portiere della Lazio, Pepe Reina, nel turbolento finale della gara di Bergamo di sabato scorso: individuati e daspati i tre responsabili in attesa delle decisioni del giudice sportivo. Ma emerge che sul prato del Gewiss Stadium sono stato lanciati anche altri oggetti. Non solo rotolini di nastro adesivo già evidenziati in diretta dalle immagini televisive della partita.

Via social, attraverso i propri profili, un operatore tv, Mauro Ielardi, ha rivelato di esser stato colpito a una gamba dal lancio di un seggiolino sradicato dagli spalti, mentre era proprio alle spalle di Reina per svolgere il suo lavoro. “Avevo uno strano presentimento a stare sotto la curva dell’Atalanta – il suo racconto su Facebook -, ma mai mi sarei immaginato che mi arrivasse addirittura un sediolino sul polpaccio e fortunatamente sul polpaccio, un metro più su e stavamo parlando d’altro. La scena è stata vista da uno steward e sul posto è giunto anche un responsabile della sicurezza dell’Atalanta”.

PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE SUL NAPOLI CLICCA QUI

Napoli, giorno di riposo per gli azzurri: domani la ripresa degli allenamenti

Zazzaroni accusa gli arbitri: “Non si capisce più nulla, sono in confusione”

CONTENUTI EXTRA FIRST RADIO WEB

Giappone, premier Kishida annuncia vittoria alle elezioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *