Spalletti in conferenza: “Sono qui per allenare bene questo Napoli e fare più risultati possibili”

Spalletti in conferenza stampa

Spalletti in conferenza stampa

Spalletti in conferenza stampa

Luciano Spalletti  in conferenza stampa di presentazione quale nuovo allenatore del Napoli. Il nuovo mister azzurro parla dalla sala stampa del KONAMI Training Center di Castel Volturno, in sala anche il presidente Aurelio De Laurentiis ed il direttore sportivo Cristiano Giuntoli.

Luciano Spalletti, conferenza stampa con il Napoli

“Il Napoli è forte, sono curioso di entrarci dentro il prima possibile per capire quanto ne sia consapevole. Essere forte, se non sai di esserlo, a volte non completa quello che deve essere il tuo comportamento. Me ne renderò conto strada facendo, da quando me l’hanno detto che sarei stato l’allenatore del Napoli non gli ho levato gli occhi di dosso. È una squadra che mi piace, che mi somiglia, ma poi dobbiamo darci dentro”

“Ho avuto modo di stare un po’ a casa, per quelli come me le cose sono facili: si sta con la famiglia, si guardano le partite e si vive in campagna. Questo lavoro mi piace, mi crea sempre dei battiti forti al cuore stare dentro lo spogliatoio ed in un campo ad allenare i calciatori. Qui sono stato contento dal primo momento in cui mi è stato detto, il Napoli è una squadra forte e la città è una città forte: completo il mio tour dell’anima, dopo Roma che è la città del Papa, dopo San Pietroburgo nella città degli Zar, a Milano che è la città della moda e della Madonnina, ora a Napoli. Io qui sono orgoglioso di venirci, siederò sulla panchina dove ha giocato Maradona ed è il tour dell’anima perchè ci ha giocato lui e perchè Napoli è la città di San Gennaro. È la città dove calcio e i miracoli sono la stessa cosa”

“Cosa chiedo a me stesso? Io ho tutto, mi sveglio sempre in forma alla mattina, preciso. Poi mi deformo in base a chi mi ritrovo davanti (ride, ndr). Per me non chiedo niente, chiedo solo per il Napoli. Mangio una bistecca al giorno, non ho bisogno di una mucca (ride, ndr). Io sono qui per tentare di allenare bene questo Napoli, e per fare quanti più risultati possibili: è quella la possibilità che ho di rimanere una persona forte per Napoli. Napoli è piena di uomini che hanno lasciato il segno, nella sua storia, e Napoli ama come nessuno quelli che sono i propri eroi. Io e la mia squadra vorremmo diventare delle persone ricordate dai tifosi e dalla città”

“Far tornare la passione ai tifosi? Solo una strada ed una possibilità, il calcio giocato lo dobbiamo accostare ai risultati perchè non c’è altra strada. Ai tifosi quello che gli dai, te lo rendono con gli interessi. È un progetto importante allenare il Napoli, mi piace lo slogan ‘Sarò con te’, mi piace particolarmente perchè è un segnale, un grido di appartenenza che non dovrebbe mai mancare nelle squadre e tra i calciatori. È una mano che ti tende la città, una mano forte che noi dovremo stringere forte per provare ad arrivare lontano, per dimostrare di meritare di saper vestire questa maglia: questa è una squadra della città, qui sono quasi tutti tifosi del Napoli e quindi noi dobbiamo restituire l’amore e l’affetto con il comportamento e la disponibilità in campo”

 

Spalletti

 

PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE SUL NAPOLI CLICCA QUI

UFFICIALE – Il dott. Raffaele Landolfi entra a far parte dello staff medico del Napoli

Calciomercato, il Napoli ha messo gli occhi su Ahmedhodzic del Malmoe

CONTENUTI EXTRA FIRST RADIO WEB

“Tommaso Zorzi e Tommaso Stanzani si sono conosciuti grazie a Maria De Filippi”, il primo incontro