Spezia, blocco del mercato e salata multa al club da parte della Fifa

spezia blocco mercato multa
   

Brutte notizie per lo Spezia, la Fifa ha stabilito il blocco del mercato in entrata ed una multa di 450.000 euro per il club ligure.

La Fifa ha deciso di bloccare il mercato dello Spezia per i prossimi due anni: durante le prossime quattro sessioni di mercato dunque il club ligure non potrà acquistare alcun giocatore. Non si tratta dell’unica sanzione nei confronti del club, che infatti dovrà anche pagare una multa di 450.000 euro. Il motivo ha a che fare con la violazione dell’articolo 19 del regolamento Fifa da parte dello Spezia. Il motivo avrebbe a che fare con un comportamento illecito dello Spezia riguardo il trasferimento in Italia di alcuni giocatori minorenni.

Tramite un comunicato, la Fifa spiega con chiarezza il comportamento illecito del club:

“A seguito di un’indagine portata avanti dal Dipartimento di Esecuzione Regolamentare della FIFA, la Commissione Disciplinare del massimo organismo calcistico ha rilevato che il club spezzino ha violato l’art. 19 del Regolamento FIFA sullo status e sul trasferimento dei giocatori (RSTP) avendo portato in Italia parecchi calciatori nigeriani minorenni usando un sistema finalizzato ad aggirare il suddetto articolo del RSTP oltre alle norme nazionali sull’immigrazione. Tenendo conto dell’ammissione di responsabilità dello Spezia Calcio per le sue gravi violazioni normative, la Commissione Disciplinare della FIFA ha imposto un blocco del mercato, a livello nazionale e internazionale, per quattro sessioni insieme a una multa da CHF 500.000.”

In seguito dei provvedimenti presi dalla Fifa, anche lo Spezia ha redatto un comunicato ufficiale, in cui ha annunciato che presenterà un ricorso rispetto alla decisione presa.

PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE SUL NAPOLI CLICCA QUI

Calciomercato Napoli, possibile trasferimento di Gaetano al Bari

Tifoso contro Mario Rui per un suo errore in allenamento: la sua reazione

CONTENUTI EXTRA FIRST RADIO WEB

Oroscopo del giorno 16 Luglio 2021 a cura di Artemis

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *