Squalifiche per bestemmie in Serie A – Il comunicato del Giudice Sportivo

 
 
squalifiche
   

Squalifiche – Stando a quanto riportato dal portale “onefootball”, il Giudice Sportivo ha comminato sanzioni per espressioni blasfeme in campo

Squalifiche ai calciatori di Parma e Sassuolo. Il portale riporta:

“Il Giudice Sportivo non ha solo deciso di andarci pesante con Franck Ribery. Oltre ad aver squalificato il francese per tre turni, Opoku e Ranieri per le espulsioni rimediate nella giornata di domenica, il Giudice Sportivo ha infatti sanzionato Denis Vavro, Matteo Scozzarella e Francesco Magnanelli. Questi ultimi due sono stati però squalificati per bestemmie, come riferisce il comunicato.

IL COMUNICATO

Il Giudice Sportivo, ricevuta dal Procuratore federale rituale segnalazione ex art. 61, comma 3 CGS (a mezzo e-mail pervenuta alle ore 13.42 del 26 ottobre 2016) in merito alla condotta del calciatore Francesco Magnanelli (Soc. Sassuolo) consistente nell’aver pronunciato espressioni  blasfeme al 26° del secondo tempo; acquisite ed esaminate le relative immagini televisive (Infront), di piena garanzia tecnica e documentale; considerato che il calciatore in questione è stato chiaramente inquadrato dalle riprese televisive mentre proferiva un’espressione blasfema, individuabile senza margini di ragionevole dubbio, e che, pertanto, tale comportamento, deve essere sanzionato ai sensi dell’art. 37 comma 1 lett. a), e della richiamata normativa sulla prova televisiva;

P.Q.M.

delibera di sanzionare il calciatore Francesco Magnanelli (Soc. Sassuolo) con la  squalifica per una giornata effettiva di gara.

Gara Soc. INTERNAZIONALE – Soc. PARMA

Il Giudice Sportivo, ricevuta dal Procuratore federale rituale segnalazione ex art. 61, comma 3 CGS (a mezzo e-mail pervenuta alle ore 12.18 odierno) in merito alla condotta del calciatore Matteo Scozzarella (Soc. Parma) consistente nell’aver pronunciato espressioni  blasfeme al 26° del secondo tempo; acquisite ed esaminate le relative immagini televisive (Infront), di piena garanzia tecnica e documentale; considerato che il calciatore in questione è stato chiaramente inquadrato dalle riprese televisive mentre proferiva un’espressione blasfema, individuabile senza margini di ragionevole dubbio, e che, pertanto, tale comportamento, deve essere sanzionato ai sensi dell’art. 37 comma 1 lett. a), e della richiamata normativa sulla prova televisiva;

P.Q.M.

Iscriviti al canale Telegram di ForzAzzurri

   
 
Mario Scala

About Mario Scala

Sono nato a San Giorgio a Cremano(NA) il 19/11/1983. Ho frequentato l'ITIS Alessandro Volta e nel 2002 diventato perito informatico. Nel 2006 ho conseguito la laurea breve in "Scienze organizzative e gestionali ad indirizzo marittimo e navale". Risiedo attualmente in provincia di Massa Carrara. Fino a che avrò 36°C in corpo FORZA NAPOLI.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *