Top & Flop – Atalanta-Napoli: il migliore ed il peggiore azzurro in campo

Atalanta-Napoli
   

Atalanta-Napoli: vittoria azzurra al Gewiss Stadium. I partenopei portano a casa tre punti essenziali.

Vittoria incredibile del Napoli contro l’Atalanta. Gli azzurri blindano il secondo posto e condividono momentaneamente il pari merito con il Milan. La squadra di Spalletti avanza silenziosamente verso il podio e si gode appieno la vista dall’attico. Buoni i propositi per un’annata straordinaria.

Primo tempo

Comincia Atalanta-Napoli con un’interessante opportunità per i padroni di casa, dovuta ad un fallo di Koulibaly su Malinovskyi. Muriel sul pallone, ma la palla finisce sulla barriera. Calcio d’angolo ancora a favore dell’Atalanta, che non sfrutta appieno l’occasione, ma il Napoli fatica a ripartire rischiando grosso con un’altra azione finita male di Muriel. L’area azzurra ancora invasa subisce leggermente il pressing nerazzurro, che prova un traversone fraudolento, però percepisce tutto Mario Rui che in qualche modo spedisce la palla in fallo laterale. Cross accurato di Muruel per il colpo di testa ravvicinato di Malinovskyi, ma Ospina non si fa trovate impreparato e interviene egregiamente. Il Napoli confuso prova a risalire per cercare di guadagnare metri in avanti, ma le intenzioni avversarie non lasciano spazio all’inventiva azzurra. Tuttavia ne approfitta Zanoli all’11esimo che accelera in area per accomodare Mertens, che si precipita in avanti e viene travolto da Musso. L’arbitro lascia giocare, assegnando il corner, ma il VAR è a lavoro per valutare l’azione. Di Bello richiamato, il fallo del portiere viene confermato ed è rigore netto per i partenopei. Lorenzo Insigne sul dischetto: il fantasista azzurro dagli undici metri, sfoggia un destro incrociato imprendibile per Musso. Dunque passa in vantaggio il Napoli. L’Atalanta non resta a guardare e adirata cerca di reagire quanto prima, per rivendicare l’errore precedente. Zappacosa entra minaccioso in area avversaria, ma Koulibaly chiude degnamente in scivolata. I bergamaschi iniziano a sentire il pressing avversario, con Insigne si inserisce per Mertens, che però si trova in posizione di fuorigioco. Riparte l’Atalanta con Hateboer, poi Muriel per Freuler che prova il tiro ma la palla finisce fuori per un pelo. Fallo di Palomino su Mertens, l’argentino in forte difficoltà. Ci prova ancora Mertens che azzarda un cross sul secondo palo, ma Zappacosta percepisce anticipando tutti e allontanando la palla a dovere. Ancora Malinovskyi, con un sinistro dal limite estremamente forte, ma palla finisce alta sopra la traversa. Poi ottimo lavoro di Lobotka su Muriel che si appresta ad entrare in area avversaria, ma viene fermato. Ancora Palomino, ennesimo fallo, ma questa volta da giallo. Lobotka si appresta a creare una situazione interessante ma il centrale è costretto ad un’azione che gli procura il fischio dell’arbitro. Insigne calcia la punizione, palla all’esterno e Matteo Politano al posto giusto: rete del Napoli! Gli ospiti ancora una volta in vantaggio per un risultato di 0-2. Occasione per l’Atalanta al 41′, con Muriel che serve Malinovskyi ma ci pensa Mario Rui a sistemare le cose. Incredibile azione di Koulibaly nel recupero, il centrale in forte pressing su Palomino calcia d’istinto, ma Musso riesce a bloccare. Scalvini su azione in angolo, ma è solo l’ennesimo colpo di testa che sfiora il gol. Finisce così il primo tempo di Atalanta-Napoli.

Secondo tempo

Inizia il secondo tempo di Atalanta-Napoli con un doppio cambio per Gasperini, che si muove disperatamente alla ricerca di una scossa per riaprire la partita. Tuttavia riparte forte il Napoli con Anguissa che calcia per Insigne, con una palla troppo forte che finisce in out. Zappacosta prova a prendere le redini in mano, calciando per Boga che colpisce di testa, ma la palla esce. Si riprende velocemente la squadra nerazzurra che parte velocemente, costringendo il Napoli a circolare nella propria metà campo. Freuler gioca d’anticipo e si inserisce bene in profondità, servendo un cross basso per Boga che calcia di sinistro, ma la palla finisce alta. Continua il pressing dell’Atalanta sul Napoli, Gasperini sposta Boga a sinistra con Miranchuk si posiziona a destra. Azione intelligente e ben studiata del tecnico: Miranchuk si inserisce brevemente per Marten de Roon che di testa manda la palla in rete, dove Ospina non può intervenire. Dunque, i padroni di casa riaprono il match. Cambio per il Napoli, Elmas per Politano. Continua nella sua impresa la squadra nerazzurra, il Napoli in attesa per ripartire in contropiede. Ancora Mario Rui, sveglio e pronto percepisce e anticipa Maehle. De Roon ci riprova con il destro, ma è sfortunato, la palla finisce fuori di poco. Ammonizione per David Ospina al 76′ per proteste, in seguito alle innumerevoli rimostranze causate da un atteggiamento non condiviso dell’Atalanta. Assurdo, incredibile dimostrazione di forza del Napoli all’81’, che in contropiede reagisce grazie ad un passaggio perfetto di Lozano per Elmas, che riesce a battere Musso in uscita. Rete azzurra e il Napoli si porta ancora in vantaggio! Partita combattuta, continua forte il pressing anche nel recupero con Lozano che prova il destro a giro, ma la sfera finisce in out. Il Napoli gestisce bene la palla, ma l’Atalanta non riesce più a trovare gli spazi per rendersi pericolosa. Finisce così Atalanta-Napoli, con un risultato di 1-3.

Top Lobotka

Che lavoro certosino per Stanislav Lobotka! Sa perfettamente come agire: dirige l’orchestra a centrocampo, domina sull’avversario, recupera l’impensabile e contribuisce nel buon conseguimento della partita. Ancora indispensabile il punto centrale di Luciano Spalletti.

Flop Zielinski

Si fa sentire la fatica per Piotr Zielinski, reduce di un infortunio in Nazionale. Poco decisivo, ma presente nel momento del bisogno: da fastidio a De Roon e si inserisce assiduamente. Nella ripresa cala drasticamente la sua performance.

Barbara Marino

PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE SUL NAPOLI CLICCA QUI

Fiorentina, Odrionzola ancora out: possibile assenza anche a Napoli

Koulibaly: “Voglio regalare un sogno a Napoli, la mia città”

CONTENUTI EXTRA FIRST RADIO WEB

Ucraina: forti esplosioni a Odessa, città sotto attacco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Installa la Web App di ForzAzzurri

Installa
×