Top & Flop – Napoli-Salernitana: il migliore ed il peggiore azzurro in campo

Napoli-Salernitana

Napoli-Salernitana: vittoria azzurra al Maradona. I partenopei portano a casa tre punti essenziali.

Riscatto: parola d’ordine. Il Napoli trionfa ancora, riuscendo a portare a casa la vittoria nel derby casalingo. Le innumerevoli controversie, che avevano destabilizzato l’ambiente azzurro, sono a questo punto acqua passata e i partenopei tornano a godersi il panorama dall’alto, valicando la zona rossonera.

Primo tempo

Affascina il Napoli, in un primo tempo superlativo nel quale i dati parlano da sé: il dominio inconfutabile di possesso palla oltrepassa l’80%. La Salernitana ci prova, ottenendo buoni risultati per un lungo quarto d’ora, finché Juan Jesus vede e provvede: situato in area di rigore si trova il pallone sul sinistro e calcia dritto in porta. Rete convalidata dopo l’intervento del Var che stabilisce regolare la sponda di Elmas. Tuttavia Bonazzoli non ci sta, e al 32′ risponde alla rete di Jesus con un gol di tutto rispetto. Gioia che dura poco: complicazioni al 34′ per i granata, costretti a privarsi di Schiavone che lamenta un problema muscolare ed arriva il primo cambio. La differenza in campo fra le due squadre rimane ben visibile, ma dopo il pareggio gli ospiti sembrano aver ritrovato più coraggio nelle giocate in ripartenza. Poi all’improvviso, uno spunto di Elmas nel recupero provoca Veseli, che esegue un fallo dannoso, regalando un rigore agli azzurri eseguito da Mertens e andato a buon fine.

Secondo tempo

Secondo tempo di fuoco, il Napoli riparte forte e subito con un cambio: Lorenzo Insigne al posto di Hirving Lozano. I partenopei non perdono tempo e si portano immediatamente in vantaggio con un gol di Rrahmani. Meno elettrizzante è il ritorno in campo per la Salernitana, un fallo di mano di Veseli gli regala una doppia ammonizione, concedendo ancora un rigore agli azzurri. Il Var conferma e Lorenzo Insigne dal dischetto realizza il quarto gol. La partita procede a ritmi lenti. Il Napoli frena e la Salernitana rattoppa per limitare ulteriori danni. Pairetto fischia senza concedere alcun minuto di recupero.

Top Rrahmani

Rrahmani, una sicurezza: segna, domina in quasi tutti i duelli personali e difende egregiamente. Sempre nel posto giusto al momento giusto, una sola parola: certezza.

Flop nessuno

Barbara Marino

PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE SUL NAPOLI CLICCA QUI

Mertens: “Il rigore era importante per Insigne, vuole finire bene!”

Spalletti a DAZN: “Mi piacerebbe averli tutti in condizione”

CONTENUTI EXTRA FIRST RADIO WEB

Il Centrosinistra valuta il voto per Riccardi come candidato di bandiera per il Quirinale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.