Valeria Iuliano ai microfoni di ForzAzzurri: “Sarà lotta serrata con la Juventus. Adl corre rischi ma…”

   
Valeria Iuliano
   

L’allenatrice e giornalista Valeria Iuliano ha risposto ad alcune domande della nostra redazione.

Insieme con Valeria Iuliano abbiamo parlato di quello che potrebbe essere il nuovo assetto tattico del Napoli e dell’inedito atteggiamento di De Laurentiis sul mercato.

Possiamo definire Di Lorenzo e Manolas i due volti delle strategie di mercato del Napoli?

“Sì, perché rappresentano due differenti strategie societarie in ottica mercato. Di Lorenzo è una continuità col passato: giocatore di talento, acquisito da una società minore, pronto ad esplodere in una piazza affascinante e al contempo difficile. Manolas è il top player invocato a lungo dalla tifoseria partenopea: consacratosi già ad alti livelli e pronto a dare esperienza e qualità in un ruolo particolarmente delicato.”

Probabilmente arriverà un pezzo da novanta, James o Icardi, pensi che Adl stia correndo dei rischi? Se si, perché proprio adesso?

“È difficile che ADL corra dei rischi non calcolati: se fa un passo del genere è perché ha ben compreso e analizzato l’incidenza di dette operazioni di mercato, sotto il profilo economico-finanziario e nelle dinamiche di spogliatoio. Lo sta facendo ora dopo anni di gestione oculata, in un momento in cui la sfida al vertice è ben più consistente, con tre tecnici di eccellenza: Ancelotti, Sarri e Conte.”

Ancelotti non ha dato priorità alla punta centrale, che assetto tattico ti aspetti per la prossima stagione?

“Mi aspetto un sistema di gioco 4-4-2 fluido. In fase difensiva sempre un 4-4-2, in fase di possesso palla svariate interpretazioni della manovra di gioco a seconda di come si studia l’avversario in settimana e in virtù delle situazioni di gioco che si presentano via via in partita.”

Conte, Sarri ed Ancelotti in Serie A, che campionato ti aspetti?

“Mi aspetto una lotta serrata, con la Juve ancora favorita per la vittoria finale. Il Napoli dovrà stare attento: innanzitutto a completare la rosa attraverso ponderate scelte di mercato e dovrà sperare che l’Inter non riesca a liberarsi di tutti quegli elementi di disturbo che hanno reso complicato il lavoro di tutti i tecnici, eccetto Mancini, post-triplete. Se accadrà il contrario, non sarà da escludere un’Inter seconda, a danno del Napoli: non è un mistero che le squadre di Conte, al contrario di quelle di Ancelotti, abbiano grande continuità che favorisce positivamente il percorso dei giocatori in una competizione lunga come il campionato nazionale, al contrario delle coppe europee (qui tra Ancelotti e Conte non vi è gara).”

Mario Scala

Iscriviti al canale Telegram di ForzAzzurri

   
 
Mario Scala

About Mario Scala

Sono nato a San Giorgio a Cremano(NA) il 19/11/1983. Ho frequentato l'ITIS Alessandro Volta e nel 2002 diventato perito informatico. Nel 2006 ho conseguito la laurea breve in "Scienze organizzative e gestionali ad indirizzo marittimo e navale". Risiedo attualmente in provincia di Massa Carrara. Fino a che avrò 36°C in corpo FORZA NAPOLI.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *