Bucchioni: ”Parole di De Laurentiis? Sta tenendo ad alto livello il Napoli”

Bucchioni

Bucchioni su De Laurentiis

Bucchoni su De Laurentiis: può essere scomodo, ma ha capito che il momento è delicato dopo la vittoria sul Liverpool, ha fatto bene a intervenire pesantemente per dare una scossa all’ambiente

Enzo Bucchioni, durante il microfono aperto di Radio Sportiva, ha risposto alle domande in diretta degli ascoltatori. Il giornalista -tra l’altro- ha risposto anche sulle recenti parole di De Laurentiis, presidente del Napoli.

Queste le sue parole:

Sull’Inter
“Serve calma per l’Inter. Era prevedibile aspettarci che la Juve vincesse lo scontro diretto, Conte dovrà ancora lavorare molto. Forse Inter-Juve è arrivata troppo presto, c’è ancora troppo divario tecnico: i bianconeri hanno due squadre. Il tifoso interista è un po’ tafazziano. Deve avere pazienza, c’è una grande proprietà che ha preso un top manager come Marotta e un allenatore di prima fascia. Il lavoro prima o poi produrrà dei risultati, il tutto e subito è estremamente complicato”.
Su Mandzukic
“La strada presa è quella di accettarsi per 3 mesi prima di separarsi. Se lo conosco bene si sta allenando più ora che normalmente perché vorrà dimostrare alla Juve di essere ancora determinante”.
Bucchioni sulle parole di De Laurentiis
“Il Presidente sta tenendo ad alto livello il Napoli e non gli si può dire niente. Può essere scomodo, ma ha capito che il momento è delicato dopo la vittoria sul Liverpool: ha fatto bene a intervenire pesantemente per dare una scossa all’ambiente. Non sono negativo sul Napoli, la strada è positiva. Ci sono tante situazioni ancora da migliorare, ma se la squadra riprenderà il suo passo abituale potrà essere protagonista. Quello di ADL è stato un richiamo, seppur pesante”.
Su Ranieri
“Come allenatore è un aggiustatore, ha grande equilibrio, esperienza e carisma. In una squadra in difficoltà come la Samp con poca serenità societaria saprà che corde toccare per dare forza al gruppo. Mi immagino che penserà a difendersi sfruttando i contropiedi”.
Sul Milan
“Si riparte da Biglia con Pioli, che ben lo conosce dai tempi della Lazio. Se starà bene sarà il suo riferimento. Sarà una situazione simile a quella della Samp: anche a Giampaolo è stato dato poco tempo per lavorare. Suso? Tecnicamente è valido e sa saltare l’uomo, ma non mi ha convinto il tentativo di trasformarlo in trequartista. Fossi un allenatore ne farei a meno: vedremo se con un calcio diverso saprà riabilitarsi”. Conclude Bucchioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *