CALCIO SUDAMERICANO – Nel campionato argentino si profila una vera e propria rivoluzione, la Primera Division. Risultati e classifiche dopo tre giornate

 
 
   

Se ne parlava da mesi, l’idea di Julio Humberto Grondona, ex presidente dell’Afa (la Federazione di Buenos Aires), adesso è realtà e porterà a una vera e propria rivoluzione: il campionato di calcio argentino, infatti, cambierà pelle dando vita a una massima serie, la “Primera Division”, formato da 30 squadre.

Attualmente è in corso un Torneo de Transicion che terminerà a giugno, in attesa di una decisione definitiva che prevederebbe la partenza del nuovo campionato nell’agosto 2015 con conclusione nel giugno 2016. Come previsto a inizio stagione dalla seconda divisione verranno promosse ben dieci squadre. La formula, però, è ancora un mistero, così come il meccanismo di retrocessioni e promozioni che dovrà gradualmente riportare la prima divisione a 20 squadre.

Con queste novità, introdotte già da febbraio 2015, si disputeranno una serie di tornei, con varie modalità, che porteranno ad avere nel 2019-20 un campionato a 22 squadre di durata annuale sul modello di quelli europei.

Aspettando, quindi, la nuova formula del campionato argentino, concentriamoci sul week-end appena trascorso durante il quale si è giocata la terza giornata di campionato.

Dopo 3 giornate, dunque, troviamo a punteggio pieno la squadra che forse è più abituata a stare in vetta alla classifica argentina, il Boca Juniors. A far compagnia al Boca c’è l’Estudiantes, ma la vera sorpresa d’inizio stagione è il Rosario Central. A due lunghezze dal terzetto di testa, ci sono River Plate e Argentinos Juniors, quest’ultima famosa per aver fatto muovere i primi passi da calciatore a Diego Armando Maradona.

Il Rosario Central, vincendo fuori casa sul campo del Crucero del Norte con il risultato di 1-0 resta in vetta alla classifica. I gialloblu esprimono un calcio molto dinamico e cinico e, dalla loro parte, c’è forse anche il fatto di essere, almeno finora, una squadra molto sottovaluta dalle altre concorrenti.

La partita di cartello della terza giornata è stata il ‘Clasico Platense’ tra Estudiantes e Gimnasia.
L’Estudiantes, come accade già da cinque anni consecutivi, si è aggiudicato il derby con un perentorio 0-3 che non ha lasciato scampo agli avversari.

Del terzetto di testa, a fare più fatica è stato proprio il Boca Juniors, il quale non ha espresso un gioco brillante come nelle precedenti uscite. A togliere le castagne dal fuoco ci ha pensato, però, il solito Jonathan Calleri, attaccante under 25 del Boca, che con una sua rete ha consentito alla squadra di Buenos Aires di battere l’Atletico Rafaela 1-0, confermandosi anche il miglior attaccante del campionato argentino.

A deludere in queste prime tre giornate è stato, invece, il River Plate che, dopo il pareggio in casa con il Quilmes, torna a vincere con un 2-1 sul campo del Belgrano. A decidere la sfida a Cordoba è stato Mora, autore di una doppietta tra il 76′ e l’81’.

Raffaele Autiero

 

campionato argentino 3° risultati        Primera Argentina Classifica 3° giornata

Iscriviti al canale Telegram di ForzAzzurri