Coronavirus – Lisbona de “La casa di carta” elogia l’Italia e attacca la Spagna

Coronavirus – Lisbona de “La casa di carta” ha attaccato il governo spagnolo colpevole di essersi mosso troppo tardi nel contrastare l’epidemia

 

CoronavirusItziar Ituño, il personaggio che interpreta Lisbona nella serie Netflix “La casa di carta”, è guarita dal Coronavirus. L’attrice, attraverso la Radio Ciudad Argentina, ha attaccato il governo spagnolo colpevole di essersi mosso troppo tardi nel contrastare l’epidemia, a differenza dell’Italia.

“Io ho passato davvero brutti momenti e il mio compagno ha trascorso 8 giorni in ospedale. Non è solo un’influenza, dà sintomi molto strani, ti fa sentire cose strane. Inizi con una tosse mezzo stupida e il giorno dopo ti svegli con la febbre. Perdi il senso dell’olfatto da un giorno all’altro, non senti l’odore o il gusto di nulla. A livello personale, è cambiato molto. Ti costringe a frenare, ad ascoltare molto il tuo corpo. Osservarti, identificare bene cosa mangiare. Mentre sono stata malata ho provato a fare un cambiamento in me stessa”.

Le misure sono state prese in ritardo, questa non è una comune influenza. Qui le persone sono state costrette ad andare al lavoro quando in Italia c’erano già parecchi morti. Non mi sembra possibile che per far funzionare l’economia le persone siano state gettate in pasto ai leoni. Si sono resi conto in ritardo che dovevano fermarsi”.

 

PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE SUL NAPOLI CLICCA QUI

 La protesta: “Juve al San Paolo? Scherzo di pessimo gusto, inconcepibile!”

Juventus in ansia per CR7: scoppiato focolaio di Covid-19

CONTENUTI EXTRA DA FIRST RADIO WEB

Folla corteo funebre,comune in quarantena