Enrico Fedele procuratore di calcio ritiene il Napoli da rifondare

 
 
Napoli rifondare
   

Enrico Fedele, procuratore di calcio

Enrico Fedele, procuratore di calcio è intervenuto a Radio Marte, nel corso di Marte Sport Live:

“Quando c’era Sarri, i giocatori rendevano più di quello che potevano perché seguivano uno spartito e in assenza di quello spartito sono diventati giocatori normali”.

“Ancelotti è un separato in casa, la situazione si sta trascinando e non è stato esonerato finora solo per una questione economica. Il cambio tecnico può essere positivo e permettere al Napoli di arrivare in zona Champions, ma se questo non dovesse esserci, ho paura che il progetto azzurro si andrebbe a ridimensionare”.

“A fine stagione questa squadra andrà rifondata. Il Napoli neppure l’anno scorso ha fatto grandi partite, poi a differenza di questo campionato, tolta la Juventus, c’era solo Napoli. Inter e Lazio sono tornate quest’anno”.

“Se la riunione tra allenatore e calciatori è stata fatta solo tra loro, senza staff tecnico e nessun altro, mi chiedo come mai siano venuti fuori i colloqui tra le parti”.

“De Laurentiis deve rendersi conto che se la stagione non avrà una svolta, il valore dei calciatori si abbasserà e sarà difficile anche venderli alle cifre dello scorso anno”.

Secondo Fedele bisogna quindi rinnovare il parco giocatori del Napoli e farlo senza indugio per poter creare un ciclo già dall’anno prossimo rodato per raggiungere traguardi ambìti.

PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE SUL NAPOLI CLICCA QUI

Napoli, di corsa sul mercato: ma quanto costa l’anima?

Top & Flop Napoli-Bologna il migliore ed il peggiore in campo.

Rottura tra tifosi ed Ancelotti

Contenuti extra

Le bufale e i pericoli nascosti dietro ai test genetici

Roberta Morise: “Ho saputo che Carlo Conti si sarebbe sposato da un’amica. Non mi ha invitata”

Iscriviti al canale Telegram di ForzAzzurri

   
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *