Europei – Al via EURO England 2022 e l’Italia deve provarci

europei

Gli europei femminili al via. L’Italia non è tra le favorite, ma ha l’obbligo di provarci. Attenzione alla Francia e la Germania.

Un altro europeo per questa estate. L’anno scorso l’Italia di Roberto Mancini aveva vinto a Wembley il secondo europeo della storia della nazionale italiana di calcio. Una competizione Euro 2020 che rimarrà nella storia non solo peri i tifosi italiani. Infatti, l’europeo itinerante aveva dato il via alla fase di normalità che stiamo vivendo ora. Dopo un anno ci ritroviamo, nelle afose giornate d’estate, ha commentare una competizione europea in cui le donne sono le protagoniste. La UEFA Women’s EURO England 2022 arriva alla sua tredicesima edizione con data d’inizio 6 luglio fino ad arrivare alla finale di domenica 31 luglio a Wembley (terra cara agli italiani).

Le avversarie dell’europeo

Le squadre favorite alla conquista del titolo sono tantissime. La Francia, nello stesso girone dell’Italia, risulta essere la squadra più completa e più preparata ad affrontare al meglio questa competizione. Il suo punto di forza è il reparto offensivo dove il tridente composto da Cascarino-Katoto-Malard è ben collaudato. Il ct della Francia può contare anche su altre giocatrici che provengono dal PSG e dal Lione, quest’ultimo campione della UEFA Women’s Champions League.  Un altra squadra che è arrivata pronta a UEFA Women’s EURO England 2022 è la Germania di Martina Voss-Tecklenburg, che dopo la pessima figura della precedente competizione, è pronta a riportare in alto l’onore tedesco attraverso il bel gioco. Infatti, le tedesche sono “sbarcate” sull’isola anglosassone con un 7 a 0 nell’amichevole contro la Svizzera. Il punto di forza della Germania è il forte centrocampo che permette di sostenere al meglio il reparto offensivo e difensivo. Stella di questa nazionale è  l’attaccante del Wolfsburg, Tabea Wassmuth, che da mezza sconosciuta è riuscita a conquistare il palcoscenico europeo. Da non perdere di vista sono le nazionali nordiche come Islanda, Norvegia e Olanda. Mentre la prima cerca voglia di riscatto dopo l’europeo del 2017 (dove chiusero un girone a 0 punti), le altre due attraverso un gioco di qualità cercheranno a tutti i costi di mettere le mani sul trofeo. Non vanno assolutamente dimenticate le padroni di casa che sicuramente vorranno conquistare il titolo, a differenza dei colleghi maschili. L’Inghilterra ha aperto la competizione con la partita contro l’Austria al Old Trasford.

L’Italia

La nazionale di calcio italiana femminile di Bertolini non si presenta certamente tra le favorite, ma nonostante tutto non si nega un sogno. Infatti, le azzurre arrivano nell’isola della regina Elisabetta con una base solida formata da Linari, Gama, Bonansea, Girelli e Giacinti, che hanno preso parte all’ultimo mondiale disputato. Da questa base che nasce il nostro punto di forza. Infatti, se il gap con le altre è al quanto evidente, la nazionale italiana trova nella compattezza tattica e nella conoscenza tra le giocatrici la sua arma segreta. Come i colleghi maschili, anche le azzurrine non partono come favorite, ma come aveva fatto Roberto Mancini anche la Bertolini ha l’obbligo di provare a creare qualcosa di magico che ci riporta a Wembley anche quest’estate.

Il bellissimo calcio d’estate è stato garantito anche quest’anno. L’inutile mondiale invernale, dove l’Italia maschile non parteciperà, ha rotto questo connubio tra calcio ed estate. L’europeo femminile arriverà nel momento giusto, quando la malinconia del campionato si fa sentire, la dose di calcio viene servita. Come un anno fa siamo pronti a tifare per le azzurre. Forza Italia!

Francesco Abate

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.