FIFA – La rivoluzione è in atto tra applicazioni e videogiochi

fifa
   

La FIFA ha avviato una rivoluzione digitale con FIFA+. Il prossimo passo è il videogame 

Una rivoluzione in atto. Seguire il mondo del calcio è diventato, con l’avvento di internet a portata di mano, una cosa alquanto semplice. Al tifoso del web 2.0 occorre uno smartphone collegato e un’app dedicata e subito può seguire, da qualsiasi parte del mondo, la propria squadra che lotta per i suoi obiettivi in una determinata competizione. Un mondo che non a tutti piace, c’è qualcuno che preferisce ancora le magiche parole di un radiocronista, ma che deve rendersi conto di un nuovo mondo. In aggiunta va ricordato che i “nuovi” seguaci del calcio sono quelli che non vogliono più vivere l’esperienza del pallone in terza persona ma, anche se in un modo virtuale, sentire la gloria e la sconfitta attraverso un videogioco.  Su questa nuova tendenza anche la FIFA ha deciso di intraprendere un nuovo cambiamento e percorso che potrebbe sconvolgere il modo di seguire il calcio: 

FIFA plus

Un nuovo mercato per la federazione più importante del mondo. La FIFA il 12 aprile ha lanciato sul web la prima piattaforma digitale che è interamente dedicata all’intrattenimento calcistico. Un’applicazione che contiene, per gli appassionati, contenuti esclusivi e informazioni in tempo reale degli eventi del calcio maschile e femminile. Oltre a trasmettere più di 40mila partite in diretta è interessante l’archivio storico della FIFA, un mix di partite e di funzionalità che permetteranno di rivivere le emozioni dei match storici dei mondiali, in vista di Qatar 2022. La piattaforma presenta ancora delle problematiche per il pubblico italiano, in quanto le uniche lingue a disposizione dell’utente sono inglese, francese, spagnolo, tedesco e portoghese. Il presidente della federazione internazionale di calcio, Gianni Infantino, ha commentato il lancio di questa piattaforma: “questo progetto rappresenta un cambiamento culturale per il modo in cui diversi tipi di appassionati di calcio desiderano esplorare il calcio mondiale ed entrarvi in contatto ed è stato una parte fondamentale della mia visione per il 2020-2023. Accelererà la democratizzazione del calcio e siamo lieti di condividere questo progetto con i tifosi”.

Il videogioco  

La lunga collaborazione tra EA Sport e la FIFA, che trova origine dal 1993, sembra essere arrivato al capolinea. Dopo gli scontri dello scorso ottobre e la mancata volontà da parte del colosso californiano di cedere alle richieste di 2,5 miliardi di dollari per il rinnovo dell’accordo, la federazione di Infantino sembrerebbe pronta a investire in questo nuovo mercato. Infatti, come riportato da TGCOM24, la FIFA non vuole rinunciare ai ricavi che questo settore può offrire e ha già previsto importanti investimenti: “Il futuro della FIFA nel mercato dei videogiochi e degli eSport non può prevedere che una sola società controlli tutti i diritti”.  

Il nuovo percorso della FIFA è chiaro: è il momento di entrare nel futuro. Gli investimenti, i progetti e le visioni sono rivolti al mercato del WEB 2.0 e dell’eSports per intercettare una domanda giovane ed avvicinare gli stessi al mondo del calcio. Infatti, le nuove generazioni sembrano essere distanti dagli interessi calcistici sia perché il “nuovo spettatore” vuole essere partecipe e sia per la mancata innovazione. Una FIFA a portata di tutti.

Francesco Abate

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Installa la Web App di ForzAzzurri

Installa
×