I risultati delle altre squadre campane impegnate in serie B e LegaPro

   
squadre campane
   

I risultati delle altre squadre campane, impegnate nei campionati di serie B e di Lega Pro.

BENEVENTO-SPEZIA: importantissima vittoria dello Spezia sul campo del Benevento. Liguri che alla mezz’ora del primo tempo beneficiano di un calcio di rigore per un fallo del portiere Montipò su un lanciatissimo Okereke servito da Vignale, in velocità, pescato da Mora.

Il penalty ha suscitato parecchie polemiche visto che il contatto non sembra esserci. Dal dischetto si presenta Matteo Ricci con un’esecuzione perfetta porta in vantaggio gli ospiti. Federico Ricci, fratello gemello dell’autore del vantaggio, è in panchina coi sanniti. Dopo due minuti dal vantaggio ospite, il Benevento reagisce e trova la rete del pareggio con Insigne: cross di Letizia, testa di Improta, tiro di Coda, Lamanna riesce a respingere, ma nulla può sull’intervento di Insigne che sigla il pareggio.

All’inizio del secondo tempo è il Benevento a poter sfruttare un calcio di rigore per una trattenuta di De Col su Caldirola. Dal dischetto si presenta il solito Coda che però non riesce ad essere freddo e spara in curva. Dopo l’occasione sprecata dai sanniti al terzo minuto della ripresa è una scossa adrenalinica per i liguri. Infatti iniziano a macinare gioco e al 19’ si riportano in vantaggio con Da Cruz. Il triangolo costruito con Okereke viene concluso nel migliore dei modi.

Il Benevento subisce il colpo e inizia a giocare male, talmente male che due minuti dopo subisce anche il terzo gol realizzato da uno scatenatissimo Okereke. Il terzo gol, ad onor del vero, nasce da un’azione di impostazione costruita male dai campani, l’ex napoletano Mora ne approfitta e riparte, serve il compagno che da solo con Montipò non sbaglia.

Al 41’minuto Volta viene espulso per un fallo su Okereke al limite dell’area. La partita sembra indirizzata verso una comoda vittoria per i liguri, ma al 43’minuto Armenteros di caparbietà riesce a riaprire la partita. L’ultimo sussulto è inutile visto che il Benevento negli ultimi minuti costruisce poco e niente.

Gravissimo e pesantissimo l’errore di Coda dagli undici metri sul risultato di 1-1 ad inizio secondo tempo. I liguri espugnano il “Vigorito” tenendo aperti i discorsi dei play off, mentre i Sanniti subiscono la terza sconfitta consecutiva.

La panchina di Bucchi inizia a traballare, anche se non ci sono candidati attendibili per la successione; a meno di clamorosi ribaltoni, l’ex attaccante del Napoli dovrebbe continuare a guidare la panchina giallorossa.

LIVORNO-SALERNITANA: Importantissima vittoria del Livorno al “Picco” contro la Salernitana. La partita si decide nella prima frazione di gioco. Al 23’minuto Diamanti mette un cross, Murilo calcia a volo, ma la palla resta in area di rigore nella zona di Rocca, che calcia di prima intenzione. L’attaccante insacca la palla e festeggia imitando il pistolero Piatek, mandando in visibilio lo stadio.

Grazie a questa vittoria il Livorno si tira fuori anche dalla zona playout: Breda da quando ha sostituito Lucarelli ha portato i toscani in piena zona salvezza. Se il campionato finisse adesso, la compagine amaranto sarebbe salva, impresa epica considerando l’inizio stagione disastroso.

Salernitana che era arrivata ad un passo dalla zona play off, ma che con diversi stop si è assestata al centro della classifica.

LegaPro
Catania-Juve Stabia 1-0: 
la sfida d’alta quota tra Catania e Juve Stabia viene decisa, in favore dei siciliani, da una rete di Francesco Lodi su calcio di rigore all’11 minuto. Le vespe rimangono al comando della classifica ma non hanno un vantaggio rassicurante: solo due punti in più del Trapani (sconfitto dalla Virtus Francavilla), ma ben sei più dello stesso Catania. La compagine siciliana torna a farsi vedere nelle zone di alta classifica.

Cavese-Paganese 4-0: la Cavese travolge la Paganese nel derby della provincia salernitana. La gara viene decisa da due giocatori, che segnano una doppietta ciascuno. Nel primo tempo Giuseppe Fella apre le marcature al 5′ minuto e allo scadere del primo tempo, al 46′. Nel secondo tempo, invece, sale in cattedra Andrea Magrassi che al 58′ segna il tris e al 64′ cala il poker. Cavese che sale al 10 posto in classifica a quota 39 punti, mentre gli azzurrostellati rimangono inchiodati al penultimo posto in classifica a quota 12 punti.

Casertana- Viterbese Castrense 3-4: partita pirotecnica, spettacolare e con tanti gol quella del “Pinto” tra la Casertana e la Viterbese. Gli ospiti passano in vantaggio al 22′ con Mario Pacilli su calcio di rigore, lo stesso attaccante si ripete, sempre su calcio di rigore, al 33′. Tra i due gol dell’attaccante della Viterbese, c’era stato il pareggio della Casertana con Meola al 31′.  Sul finire della prima frazione, al secondo minuto di recupero, la Viterbese cala il tris con Conev.

Nel secondo tempo la Casertana scende in campo con un piglio diverso e recupera i due gol di svantaggio. Castaldo al 54‘ realizza un calcio di rigore;  al 63′ Antonio Zito realizza la rete del pari. Ma all’86’ minuto Mignanelli cala il poker per la Viterbese, chiudendo di fatto il match. La Viterbese con questo colpaccio aggancia la Cavese a 39 punti in classifica, la Casertana è stabile a quota 40 punti, a soli due punti di ritardo dal Potenza.

NelloPaolo Pignalosa

Iscriviti al canale Telegram di ForzAzzurri

   
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *