Il segreto del Napoli targato Spalletti

Spalletti
   

Nel Napoli di Spalletti c’è davvero spazio per tutti.

Mister Luciano Spalletti, sin dal primo giorno di ritiro a Dimaro, non solo per necessità, è riuscito a tirare fuori il massimo dalla rosa a disposizione. Calciatori come Rrahmani, Lobotka ed Elmas sono stati impiegati pochissimo e con bassi, se non scarsi risultati. Ad essere stato emarginato maggiormente è stato Lobotka che, sentendosi fuori dal progetto tecnico, si era persino lasciato andare dal punto di vista atletico. Spalletti inverte subito questa tendenza e consegna allo slovacco le chiavi del centrocampo, al kosovaro regala la possibilità di giocarsela alla pari per un posto da titolare al fianco di Koulibaly ed investe il macedone della responsabilità di legare centrocampo ed attacco. Spalletti motiva tutti, facendo sentire i suoi uomini importanti, anche se non sempre titolari, nel progetto tecnico. In aiuto al tecnico ci sono i 5 cambi e le tre, lunghe competizioni, ci sarà dunque spazio e sana competizione per il solo bene delle sorti della squadra, la grande squadra che ha rimesso in piedi il tecnico di Certaldo. Oltra a risolvere i problemi, Spalletti, da uomo di campo quale è, si è anche preso la libertà di bloccare cessioni eccellenti come quella di Adam Ounas ma anche di tenere in rosa il giovane Zanoli. L’intenzione non è fare numero all’appello dei terzini, Zanoli ha esordito in Serie A nella recente, difficile e vittoriosa trasferta di Udine.

Mario Scala

Mario Scala

Il grande giornalista pone le domande giuste per far emergere ciò che altrimenti resterebbe nascosto.

View all posts by Mario Scala →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *