Italia contro Macedonia del Nord: la prima sfida per conquistare il mondiale

italia
   

L’Italia di Mancini sfida la Macedonia di Elmas. La nazionale azzurra ha l’obbligo di passare il turno.  

È il momento di conquistare il mondiale. L’Italia sarà di scena al Barbera di Palermo alle 20:45 del 24 marzo del 2022 per la fase dei playoff di qualificazione del mondiale. L’Italia ha l’obbligo di superare tutti gli ostacoli per poter raggiungere tale obiettivo. Il primo tra questi è la Macedonia del Nord che ha in queste ore dichiarato di dare il 110% delle forze per poter accedere al turno successivo. Infatti, chi vince andrà in “finale” con la vincente tra Portogallo e Turchia. Mancini ha lavorato in queste ore con la squadra e lo staff per comprendere al meglio quali uomini mettere in campo, ma in che condizioni arrivano le due nazionali?

Una Macedonia carica 

La Macedonia del Nord si presenta, attraverso le parole del proprio commissario tecnico nella conferenza stampa del pre partita, come una squadra pronta a mettere in difficoltà la nazionale di Mancini. Infatti, il ct Blagoja Milevski ha dichiarato: “so che siamo pronti per fare una grande partita […] abbiamo tutti a disposizione e non siamo arrivati qui per caso. Cosa dirò alla mia squadra prima di entrare in campo? Divertitevi e date tutto”. La nazionale della Macedonia del Nord si è presentata alla sfida contro l’Italia con Elmas squalificato e senza Nestorovski. Il centrocampista partenopeo sente molto la sfida e si è messo a disposizione del ct della nazionale per comprendere al meglio la strategia da attuare e ha dichiarato, come riportato dal sito della UEFA: “posso aiutare la mia Nazionale anche senza giocare. Conosco le tattiche dell’Italia e i loro calciatori”. 

I Campioni Europei

Sull’Italia di Roberto Mancini è ancora vivo il peso di aver fallito la qualificazione diretta al mondiale Qatar 2022. Un passo falso che deve caricare la squadra azzurra per la sfida contro la Macedonia del Nord e, si spera, la successiva sfida. Le convocazioni non hanno portato una certa tranquillità a causa del forfait Di Lorenzo, infortunato nella partita di campionato contro l’Udinese, e la malvista sostituzione con De Sciglio non è stata ben gradita all’opinione calcistica italiana che preferiva Calabria del Milan (primo in classifica). Archiviate queste situazioni è il momento di dare parola al campo, pochi dubbi per il ct della nazionale italiana: si parte dalle certezze. Infatti, l’undici iniziale dovrebbe vedere davanti a Donnarumma i calciatori che hanno composto il gruppo di Euro2020 come Florenzi, Emerson e Jorginho. Il trio d’attacco è quello delle grandi occasioni composto da Berardi a sinistra, Insigne a destra e come punta il capocannoniere della Serie A Ciro Immobile. Il ct dell’Italia ha voluto tranquillizzare l’ambiente affermando: “L’importante è restare concentrati: l’Italia sa giocare bene a calcio, pensiamo solo a quello. Non sottovalutiamo i nostri avversari”.

L’Italia ha l’obbligo di non sbagliare e di riportarci a vivere l’emozione del mondiale di calcio. Il 2017 è lontano e tante sono state le cose che abbiamo conquistato in questi anni tra coppe, record e successi. La nazionale italiana non deve sottovalutare l’avversario, ma deve rendersi conto che a livello tattico e tecnico la Macedonia del Nord non può far paura. Per superare questo ostacolo è necessario stare concentrati al massimo, senza pensare al prossimo avversario. Forza Italia riportaci al mondiale.

Francesco Abate

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Installa la Web App di ForzAzzurri

Installa
×