L’Altra partita – Fiorentina “indigesta” per il Napoli, Spalletti in versione Tyson

fiorentina napoli

L’Altra partita, tra Fiorentina e Napoli finisce 0-0

Tra Napoli e Fiorentina finisce con un pareggio a reti bianche, due squadre che si sono date battaglia senza esclusione di colpi. La viola scende in campo con il suo solito piglio, difesa alta e pressing che non lascia spazio per la partenza dal basso degli azzurri. Pronti via e il buon Marinelli decide  di punire Anguissa con un giallo, ma Frank non lo sa e continua a giocare come se non fosse successo nulla. Il Napoli prova a prendere le misure, ma si trova di fronte 11 persone che corrono come matti chiudendo gli spazi. Il primo tempo vede qualche tentativo delle due squadre, con gli azzurri che vanno anche in rete. Osimhen raccoglie una respinta della difesa gigliata, ma è al di là di Gollini e il var giustamente annulla. Al minuto 39 Lobotka delizia i presenti con uno stop che tiene la palla incollata al piede, si vocifera che qualcuno abbia abbandonato il Franchi anzitempo borbottando di aver visto quanto serviva. Il piccolo “Lobo” prova a dettare i tempi, tergirversa, sterza, accellera, ma stavolta niente corsa folle tra gli spazi, la viola concede poco. La ripresa si apre con una grande occasione per Lozano, che di testa schiaccia troppo sul primo palo e sciupa la più grande occasione degli azzurri. Secondo tempo nervoso, Marinelli lascia molto correre e al Franchi non la prendono bene. Spalletti decide che è il momento dei cambi, esordio in campionato per Raspadori. L’ex Sassuolo ha voglia di fare bene, corre tanto, dialoga e va vicino al goal. Il “Raspa” si esibisce anche in un sombrero, per poi essere ammonito per un fallo tattico che a dir la verità tutti avremmo fatto. La gara finisce, ma non per Spalletti. Il buon Luciano stanco degli insulti ricevuti per tutta la gara, decide di affrontare uno degli autori di tale scempio. Si avvicina minaccioso alla tribuna in versione Tyson, ma viene allontanato a fatica dopo aver quasi ricevuto un ceffone. Finale convulso al Franchi, anche Osimhen viene spinto dai compagni dopo qualche parolina non carina piovuta dagli spalti. Firenze, anno 2022, succede anche questo. Anzi ancora.

Elio Di Napoli

PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE SUL NAPOLI CLICCA QUI

CONTENUTI EXTRA FIRST RADIO WEB

 Tre colpi di pistola a Reggio Calabria contro la segreteria del candidato di Forza Italia, Francesco Cannizzaro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.