Pubblicato il: 22 Gennaio 2021 alle 8:01 pm

L’AVVERSARIO – Il Napoli sfida l’Hellas Verona nell’ultima giornata del girone di andata

L'avversario

L’AVVERSARIO – Il Napoli sfida l’Hellas Verona nell’ultima giornata del girone di andata

Il girone d’andata del Napoli si conclude con la trasferta di domenica 24 gennaio allo stadio Bentegodi di Verona, ad attendere Gattuso e i suoi c’è l’Hellas, nel match pomeridiano delle 15.00. Gli azzurri dopo la bruciante sconfitta nella finale di Supercoppa contro la Juventus vorranno subito rialzare la testa e proseguire il trend positivo in campionato, cercando di conquistare la terza vittoria consecutiva dopo quelle contro Udinese e Fiorentina. Gli azzurri ritroveranno presto Victor Osimhen, risultato negativo al tampone anti-Covid, la classifica gli sorride, dopo la conquista della terza posizione. Le partite sono ancora moltissime e se riuscissero a trovare una costanza di risultati positivi l’obbiettivo Scudetto rimarrebbe alla portata. Il Verona dal canto suo è un avversario ostico, che può mettere a dura prova un Napoli che forse non ha del tutto smaltito la delusione dopo la sconfitta del Mapei Stadium.

L’Hellas Verona in campo

Il Verona ha la seconda miglior difesa del campionato, sono solo 17 infatti le reti subite, una in meno della Juventus a 18 e una in più del Napoli (16), che vanta la retroguardia più impenetrabile della Serie A. Gli uomini di Juric hanno perso 2 delle ultime 5 partite, portando il bilancio delle loro sconfitte a 5, al pari del Napoli che però ha vinto 11 incontri, 4 in più rispetto ai padroni di casa nel match di domenica che dall’inizio del campionato ne hanno vinti 7. Il campionato dei veronesi sta procedendo molto bene, talmente bene che aspettarsi un eventuale piazzamento in Europa League, magari tramite i preliminari, ad ora è tutto tranne che un’esagerazione. La squadra non in classifica vanta grande solidità, l’unico grande problema è la scarsità di reti realizzate (22), soltanto due in più del Crotone ultimo in classifica. In fase di possesso palla il modulo è sempre quello, lo stesso 3-4-2-1 che li ha resi una delle più grandi sorprese della scarsa stagione, in fase di non possesso invece lo schieramento varia dalla difesa a 5 ad un particolare difesa a due linee da tre molto strette che vanno a formare un muro di 6 giocatori. Uno dei punti forti dell’Hellas è il forte pressing sul portatore di palla, che spesso porta i loro avversari all’errore.

Le probabili formazioni del match

VERONA (3-4-2-1): Silvestri; Dawidowicz, Gunter, Magnani; Faraoni, Barak, Ilic, Dimarco; Lazovic, Zaccagni; Kalinic.

Squalificati: nessuno 

Indisponibili: Benassi, Veloso, Vieira

NAPOLI (4-2-3-1): Meret; Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Hysaj; Demme, Bakayoko; Lozano, Zielinski, Insigne; Petagna.

Squalificati: nessuno 

Indisponibili: Fabian Ruiz, Malcuit, Osimhen

 

I precedenti

Questo è l’incontro numero 59 tra Napoli ed Hellas Verona, il bilancio totale è di 31 vittorie per gli azzurri, 13 pareggi e 14 sconfitte. Al Bentegodi invece i match giocati sono 27, entrambe le squadre contano 10 vittorie l’una con 7 pareggi. L’ultima vittoria dei partenopei risale allo scorso 23 giugno 2020, partita terminata 2-0 per gli ospiti.

L’arbitro del match sarà Fabbri di Ravenna, il quale ha già diretto 5 partite del Napoli tra cui anche un Hellas Verona-Napoli 1-3 del 19 agosto 2017.Negli altri incontri sono tre i pareggi ed una sola vittoria.

 

Alessandro Santacroce

 

PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE SUL NAPOLI CLICCA QUI

Lozano: “Momento difficile ma siamo uniti. Cresce il feeling con Insigne. Puntiamo a l’E L”

Milik, la Juventus ha provato a soffiarlo al Marsiglia. Lo volevano a parametro zero

CONTENUTI EXTRA FIRST RADIO WEB

Vaccino: da oggi Lazio sospende prima dose

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *