Pubblicato il: 18 Novembre 2019 alle 8:35 pm

Milan Napoli Il dirigente sportivo Massimo Mirabelli ha detto cose interessanti.

milan-napoli

Milan Napoli

Milan Napoli

Il Dirigente Sportivo Massimo Mirabelli è intervenuto oggi nel programma di Radio Marte “Si gonfia la Rete” condotto da Raffaele Auriemma.

Massimo Mirabelli è stato un discreto giocatore di calcio nelle serie minori, ma la sua bravura è sbocciata quando ha appeso le scarpette al chiodo diventando da subito dirigente sportivo.

In questa veste ha lavorato in particolare con l’Inter portando sulla sponda dei navigli calciatori come Brosovic, Perisic e Murillo.

Fino all’anno scorso ha lavorato sull’altra sponda con i Rossoneri milanisti, avversari del Napoli domenica prossima.

La sua analisi per il campionato in corso:

“Che la Juve e l’Inter potessero competere per il titolo l’avevo previsto, così come un passo in avanti da parte dell’Atalanta e poi immaginavo una serie di squadre a lottare per il quarto posto tra cui il Napoli per cui ci avevo visto giusto”.

Per quanto riguarda la prossima di campionato:

“Milan-Napoli ha sempre un fascino particolare, entrambe cercano la svolta per dare un senso a questo campionato”.

Mirabelli parla anche della presidenza De Laurentiis:

“De Laurentiis ha fatto un ottimo lavoro a Napoli e magari i napoletani non lo apprezzano, ma dall’esterno si vede il grande lavoro svolto dalla dirigenza. Per anni la squadra azzurra ha lottato tra Champions e campionato e adesso paga lo stress accumulato nell’essere per anni l’antagonista della Juventus senza raccogliere mai nulla”.

Parla del Milan:

“Il Milan è un grande club e dispiace vederlo in questa situazione. Il mio Milan per 2 anni ha sfiorato la Champions e non l’abbiamo raggiunta solo per pochi punti, ma come ogni progetto, anche il mio aveva bisogno di tempo. Prendemmo giocatori che non conoscevano l’italiano e avevamo bisogno di tempo per puntellare la squadra e rinforzarla. Paradossalmente, questa squadra è stata poi indebolita col mercato e dispiace non aver completato il lavoro al Milan”.

E ancora del futuro calciomercato:

“Kessie è uno dei centrocampisti più importanti in Italia. E’ giovane, ha una struttura fisica importante, è straordinario, ma ogni giocatore va gestito e trattato in modo diverso. Kessie sta soffrendo il poco feeling che c’è al Milan ed auguro al Napoli di prenderlo, farebbe il colpo del secolo. Giuntoli è un conoscitore del calcio e chiunque prende Kessie fa un grande affare. Farà cose importantissime perchè non gli manca nulla, forse solo una squadra che gli dia più fiducia.  Calhanoglu non è aiutato dalla squadra, ma è il giocatore che ha calciato di più in porta in serie A. Sui calci piazzati è pericolosissimo e lo è anche sui calci d’angolo, ma necessita di una collocazione precisa. Poi, l’ho visto giocare in diversi ruoli e quando non gli si affida una determinata posizione, è difficile che raggiunga il massimo livello”.

La redazione di forzazzurri.net sente il dovere di fare un in bocca al lupo al D.S. Mirabelli, tranne che per la prossima partita del massimo campionato di serie A.

PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE SUL NAPOLI CLICCA QUI

Loading...

Iscriviti al canale Telegram di ForzAzzurri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *