Napoli-Fiorentina – Le pagelle di ForzAzzurri

pagelle napoli
   

Napoli e Fiorentina sono state protagoniste del lunch match finito 6-0 per gli azzurri. Le pagelle della redazione di ForzAzzurri.net.

Le pagelle del Napoli

Ospina 7: Sempre preciso nella gestione della palla con i piedi  ed al ’27 si supera salvando il risultato su tiro a distanza ravvicinata di Ribery.

Hysaj 6: torna sul suo lato preferito l’albanese, nonostante ciò la prova non è delle migliori, commette qualche errore di troppo in fase di impostazione ma nel complesso è sufficiente.

Manolas 6,5: il rendimento del greco cresce col passare dei minuti. Rischia di brutto sul primo intervento in scivolata su Castrovilli ma nel secondo tempo torna ai suoi livelli con chiusure e recuperi di palla ai quali ci ha abituati. Dal ’78 Rrahmani s.v..

Koulibaly 7: finalmente Gattuso può di nuovo contare sulla prestanza fisica e l’esperienza del gigante senegalese. Si conta un solo passaggio sbagliato nel corso del match mentre al ’84 si esibisce in uno dei recuperi “alla Koulibaly”, di quelli che sradicano il pallone dei piedi dell’avversario.

Mario Rui 6: Come per Hysaj, sono i terzini oggi a non aver particolarmente brillato ma, a differenza del collega dell’altra fascia, il portoghese avrebbe potuto dare qualcosa in più quando si è trovato nelle trequarti avversaria.

Demme 8: se il Napoli è riuscito a fare la gara che ha fatto è perchè l’ex Lipsia si è speso per tutti i novanta minuti di gioco. Si fa trovare spesso scoperto dai compagni per ricevere palla, sia davanti alla difesa che in posizione più avanzata. Trova lo spazio per spingersi fino in area e spingere il pallone proposto dall’ottimo Petagna.

Bakayoko 7,5: l’ex Chelsea eccelle soprattutto nella gestione della palla. Riesce a comprendere quando è buono servire all’indietro e quando è meglio far girare palla in avanti, il tutto sempre con potenza ed eleganza.

Lozano 7: min continua e costante crescita. La cura Gattuso sta decisamente continuando a funzionare. Già prima di arrivare al gol aveva fatto ben intuire ad Igor che non sarebbe stata una giornata da ricordare. Dal ’61 Politano 6,5: non entra col il piglio giusto ma sul finale di gara riesce nella sua specialità, accentrarsi dalla destra, crearsi lo spazio e piazzare la palle dietro al primo palo.

Zielinski 7: il polacco è sinonimo di imprevedibilità e pericolosità. Oggi si mette anche in proprio portando palla fino a depositarla in rete dai 25 metri mandando fuori giri Castrovilli con un movimento ubriacante. Dal ’72 Elmas s.v..

Insigne 7,5: ci mette 5 minuti a togliersi di dosso l’ansia di sbagliare ancora una volta un gol che, paradossalmente, era più difficile di quelli mancati nelle ultime partite. L’azione personale finalizzata con l’assist per Lozano è un concentrato di tutto il suo talento e di tutta la sua caparbietà.  Dal ’78 Cioffi s.v..

Petagna 7: partita di un’intelligenza tattica non comune quella dell’ex SPAL. Occasioni nitide per tirare in porta non ne ha avute ma ha saputo far fruttare al massimo i palloni toccati in area servendo due assist. Dal ’72 Mertens s.v..

Maura Montuori

PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE SUL NAPOLI CLICCA QUI

Napoli-Fiorentina, infortunio Petagna prima diagnosi: trauma contusivo al polpaccio sinistro

Davide Nicola, nuovo tecnico del Torino: esonerato Giampaolo

CONTENUTI EXTRA FIRST RADIO WEB

Anche in Italia si sperimenta un passaporto sanitario via app per viaggiare in aereo

Installa la Web App di ForzAzzurri

Installa
×