Napoli, volata Champions: ora o mai più…

   

La trasferta di Torino è dietro l’angolo, gli azzurri affilano le armi. Grande convinzione e concentrazione, il gruppo è molto determinato e ha voglia di far bene: la volata Champions per la seconda posizione vivrà domenica la giornata decisiva.

Un solo misero punto divide la Roma dagli azzurri di mister Sarri. La squadra capitolina gioca all’Olimpico contro la Juventus che ha bisogno dell’ultimo punto per laurearsi campione d’Italia con tre giornate d’anticipo. Gli azzurri invece si preparano per l’insidioso match contro gli irriducibili granata che dopo l’ottima prova nel derby della Mole puntano a dare un’ulteriore soddisfazione ai propri tifosi.

E’ dunque la domenica della verità. Il Napoli vive un momento davvero positivo: sta molto bene da un punto di vista atletico ma anche con il morale altissimo dopo le ultime entusiasmanti prestazioni. Gli uomini di Maurizio Sarri, consapevoli delle loro potenzialità, scendono in campo all’Olimpico di Torino, determinati a conquistare la dodicesima vittoria in trasferta in questo campionato, con uno sguardo teso al big match tra Roma e Juventus. «Domenica ci attende una partita difficile, e dobbiamo pensare solo a quella e vincerla. Poi dopo vedremo che farà la Roma. Prima dobbiamo prendere i tre punti contro i granata. E non sarà facile perché il pari con la Juve lo dimostra. Non penso proprio che risentiranno del derby, anzi credo che vorranno vincere». Queste le dichiarazioni del terzino del Napoli Elseid Hysaj, consapevole, come tutti i suoi compagni, delle difficoltà ma anche dell’importanza dell’incontro di domenica contro il Toro.

Per la compagine di Spalletti sarà certamente una gara durissima, nonostante il dispendioso impegno dei bianconeri nella semifinale di Champions League contro il Monaco. La Vecchia Signora ha necessità di far punti per consegnare agli annali la conquista del quinto titolo di fila.

La Roma ha senza dubbio il vantaggio di un punto in più in classifica rispetto agli azzurri, ma indubbiamente l’esame da superare domenica contro i campioni d’Italia sarà davvero arduo. I giallorossi, alla luce degli ultimi bollettini che provengono dall’infermeria, dovranno fare a meno, nel big match dell’Olimpico, di due pedine fondamentali come Kevin Strootman (squalificato) e il bomber Edin Dzeko (infortunato). Ma i guai in casa Roma non finiscono qui: mister Spalletti spera almeno di recuperare Diego Perotti e Radja Nainggolan. Tutte e due, ieri, hanno fatto un piccolo passo verso la convocazione, ritornando a correre in campo. Lo staff medico, però, scioglierà le riserve solamente in extremis.

Mister Sarri sta dando grande serenità al gruppo. Fondamentale il lavoro mentale sulla squadra: concentrazione, applicazione maniacale della tattica, ma divertimento in campo. L’obiettivo del mister è di non caricare eccessivamente la squadra di tensioni in vista delle ultime sfide decisive di una stagione lunghissima e stressante. Nel gruppo azzurro c’è la consapevolezza di aver fatto benissimo fino ad ora e sopra ogni cosa c’è il conforto dei punti messi in cascina (quattro in più dello scorso anno) che mai come adesso potrebbero superare ancora una volta quota 80.

Gli uomini di mister Sarri mettono, dunque, nel mirino il secondo posto con la testa al match contro il Torino, un avversario arrabbiato dopo la squalifica di Mihajlovic per le vibranti proteste in occasione del rosso ad Acquah nel derby con i bianconeri.

Il prossimo turno sarà dunque quello decisivo ma il campionato, in ogni caso, andrà avanti con altre due giornate. La volata Champions è alle porte: in palio gli ultimi 270’ per superare i giallorossi e assicurarsi il biglietto per l’Europa dei grandi.

Raffaele Ariola

Dario Catapano

Laureato in giurisprudenza e giornalista dal Febbraio 2014. Nelle cose che faccio ci metto il cuore...e la faccia! Facebook: https://www.facebook.com/dario.catapano1 Twitter: @DarioCatapano

View all posts by Dario Catapano →