Osimhen, le chiavi dell’attacco nelle tue mani

italiano

Il Napoli ritrova il bomber di razza, Osimhen si prende l’attacco

Victor Osimhen non si aspettava un inizio di stagione così.

Sembrava essere destinato a subentrare a partita in corso e ritagliarsi il suo spazio. Invece, destino vuole e causa esigenze di formazione, che si ritrova schierato da titolare. Arrivato solo lo scorso anno nella città del Vesuvio, il nigeriano sta cambiando le carte in tavola. La sua presenza in campo, per prestazione, ricorda quella di un certo argentino ai tempi di Sarri. La punta che fa gol. Quella da doppia cifra. E in effetti le reti segnate in campionato sono già tre, di cui due solo nell’ultima giornata ed una terza sfiorata. Il tutto contro la Sampdoria e siamo solo all’inizio. Napoli potrebbe aver ritrovato il classico numero nove che mancava da un po’. Milik, complice di qualche infortunio di troppo, non aveva dato piena prova delle sue qualità. E gli azzurri si ritrovano sempre schierati con un falso nueve in cui le redini dell’attacco erano sempre affidate a Insigne, Mertens e Lozano. 

Nessuno provi a fermare Osimhen

Quest’anno è una musica diversa. Ci sono Osimhen e Insigne, manca Mertens, ma c’è Politano e il centrocampo che fa da supporto al reparto offensivo. Lo abbiamo visto a Marassi quanto bene hanno fatto le reti di Ruiz e Zielinski. Spalletti ha uno scacchiere di tutto rispetto e le sue pedine sono ben posizionate. C’è un’idea, c’è un gioco. E c’è un condottiero in panchina che sa come gestire calciatori di medio-alto livello in una piazza esigente come quella campana. E il suo cavallo di battaglia sarà proprio Osimhen. A lui il compito di perforare la difesa avversaria e di guidare il Napoli. Sarà affidata a lui la responsabilità di sbloccare le partite o di fare supporto ai compagni nelle azioni da gol.

Quel che è certo è che Victor si sta inserendo bene nei meccanismi di Spalletti. Continuare a segnare non farà altro che aiutare il classe ’98 nella sua crescita, ma il salto di qualità lo potrà fare soprattutto nelle gare internazionali. Qualche settimana fa si è reso protagonista al debutto in Europa League in casa dei Leicester, siglando una rete che è valsa il pari azzurro in terra inglese. Non male, insomma. Un campanello per dimostrare ancora una volta che Victor ci sa fare. Lo Spartak Mosca, prossimo avversario del Napoli, è avvisato. Ma adesso è tempo di concentrarsi alla sfida di domani sera: gli azzurri di Spalletti ospiteranno il Cagliari dell’ex Mazzarri. Una partita ostica, ma che il Napoli ha assolutamente l’obbligo di vincere.

Christian Schipani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.