Power Ranking Serie A, la classifica di ForzAzzurri.net

Power Ranking Serie A

Power Ranking Serie A, la classifica in base ai voti della Redazione di ForzAzzurri.net

Torna il Campionato con una novità per i nostri lettori. Parte il Power Ranking della Serie A targato ForzAzzurri.net. Una speciale classifica, parallela a quella “reale”, in cui cercheremo di scoprire, attraverso i voti assegnati dopo ogni giornata, la migliore formazione della stagione.

20) Verona: La peggiore del lotto. Il Napoli scherza con i gialloblu in una partita senza storie. Difesa da horror. Cioffi già in discussione, punta il dito contro la società. Partenza da incubo.

19) Sassuolo: Forse bisognerebbe iniziare a concentrarsi sul campo piuttosto che fare giochini al rialzo in sede di calciomercato. L’aria di alta classifica delle scorse stagioni può aver dato alla testa a qualche dirigente. La Juve fa un sol boccone di un piccolissimo “Sasol”.

18) Empoli: Scontro salvezza perso con merito dalla formazione di Zanetti. Non basta l’idea di calcio se non si hanno gli uomini per realizzarla. Male i sostituti di Pinamonti e Zurkowski.

17) Monza: Fuoco e fiamme nel mercato, ma in campo il Monza sembra la peggiore delle neopromosse. Dominio Toro in Brianza, Stroppa vede la panchina traballare.

16) Salernitana: La Roma fa quel che vuole, i granata non entrano mai in partita. Il risultato è addirittura generoso.

15) Cremonese: In 10, al Franchi, rischiano l’impresa. Una sciagura di Radu(fin lì migliore in campo) costringe alla sconfitta. Squadra quadrata con un ottimo tecnico, può essere la rivelazione della stagione.

14) Lecce: Fa tremare l’Inter, nonostante le assenze in difesa. Capitombola solo a tempo scaduto su una deviazione da corner. Sorprende Ceesay.

13) Sampdoria: Il gol annullato a Caputo non ha spiegazioni logiche. Meriterebbe qualcosa in più e mette apprensione all’Atalanta. Giampaolo può essere soddisfatto.

12) Udinese: Mette in ansia il Milan ma regala due gol su due errori gravi. Sottil è preparato ed ha a disposizione un buon gruppo, avversario ostico per tutte.

11) Bologna: Superiorità numerica e vantaggio a fine primo tempo, cosa potrebbe andare storto? Si sarà chiesto questo Sinisa poco prima dell’espulsione di Soumaoro che di fatto costa i 3 punti al Bologna.

10) Spezia: Vittoria importante, Gotti dimostra di essere allenatore capace. Scontro salvezza portato a casa e Nzola rigenerato, lo Spezia vuole continuare a stupire.

9) Fiorentina: Brutto precampionato e quasi rischia di farsi fermare dalla Cremonese in 10 uomini. Italiano ringrazia Radu ma sa che c’è da lavorare. Ottimo impatto di Jovic, Bonaventura sembra ringiovanito.

8) Atalanta: L’arbitro salva Gasperini dallo svantaggio e aiuta i nerazzurri ad arrivare alla prima vittoria stagionale. Partita sofferta contro la buona Sampdoria ma per ora l’unica cosa che conta è portare a casa il risultato.

7) Lazio: Sarri non molla e la Lazio, anche in inferiorità numerica rispetta se stessa e tenta di vincerla. L’espulsione di Soumaoro è come l’acqua nel deserto, disseta la voglia di vittoria dei biancocelesti.

6) Torino: Juric è un fenomeno. Riesce a valorizzare al meglio ciò che ha a disposizione. Il Torino si mangia l’erba del campo e stritola il Monza a domicilio. Occhio al Toro per i posti in Europa.

5) Inter: Partenza col brivido per i nerazzurri, tesi e messi in ansia anche dal calciomercato. Nonostante l’inizio sprint di Lukaku rischiano di lasciare punti contro un Lecce privo di difensori. Dumfries salva capre e cavoli a tempo scaduto.

4) Milan: I rossoneri battono l’Udinese, ma non senza patemi. Un rigorino e due regali dei friulani aiutano Pioli a conquistare i 3 punti. Dai campioni in carica ci si aspetta qualcosa in più.

3) Roma: La vittoria per 1-0 in quel di Salerno non racconta a pieno il dominio giallorosso. Mourinho opta per una squadra iper offensiva e viene ripagato con i 3 punti. Entusiasmo e voglia di stupire, la Roma fa paura.

2) Juventus: Sonnecchiano per 20 minuti prima di travolgere il Sassuolo. Di Maria chiarisce subito il suo status da fuoriclasse. Vlahovic torna a fare gol. Checché ne dica Allegri, i bianconeri hanno l’organico più forte della Serie A.

1) Napoli: Estate in apnea per i tifosi azzurri poi però c e il campo. Dominio totale a Verona. Kvaratskhelia da impazzire, Lobotka “Iniesteggia”. Il Napoli non muore mai.

Mario Porcaro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.