Sconcerti:”Rezza strumentalizzato. Calcio per ditrarsi? Allora siamo imbecilli”

Sconcerti

L’intervista

In diretta ai microfoni di Tmw Radio, è intervenuto Mario Sconcerti il quale ha fatto un’analisi sul moemnto del calcio italiano e quanto il coronavirus possa incidere su tutto il movimento calcistico in Italia. Ecco quanto dichiarato: “Rezza è stato strumentalizzato dai laziali, in primis Diaconale che gli ha detto di pensare a fare i vaccini. Questo dimostra che siamo impreparati e vediamo il virus come una battaglia tra squadra, il che è indice di seria inciviltà. Su quando si potrà riprendere nessuno può dare una data, l’ideale sarebbe quindici giorni dopo l’ultimo contagio, o quando si arriverà ad un numero. Diritti tv?I soldi alla tv nel calcio li dà la gente. Non è che Sky o DAZN facciano beneficenza… Nessuno glielo chiede, è normale sia così. Credo che il calcio stia usando questa nenia del calendario come unico argomento, come se fosse calciomercato. Essendoci per molti media un argomento solo, la cosa viene moltiplicata e diventa una noia mortale. Gravina in questo momento ha responsabilità serie, e lavora per evitare decine di cause civili che potrebbero mettere in ginocchio la Federcalcio. Qualunque decisione prenda, ci saranno conseguenze legali e richieste di danni. Quello che mi fa imbestialire è sentire che serve il calcio per distrarci. Vuol dire che siamo un popolo di imbecilli”. 

Serie a e taglio stipendi

PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE SUL NAPOLI CLICCA QUI

Coronavirus, al Monaldi sei contagi tra il personale

Filippo Facci:”Adesso basta, io esco. Governo indegno”

CONTENUTI EXTRA

Chi è Carolina Gianuzzi, l’assistente di Enzo Miccio in coppia con lui a Pechino Express 2020

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *