Top & Flop – Verona-Napoli: il migliore ed il peggiore azzurro in campo

Verona-Napoli

Verona-Napoli: vittoria azzurra allo Stadio Bentegodi. I partenopei portano i primi 3 punti a casa.

Grandissima vittoria per il Napoli in casa del Verona che conquista i primi 3 punti. Ritorna la rubrica Top&Flop targata Forzazzurri: ripercorriamo i momenti più salienti della partita appena conclusa ed andiamo a scegliere il migliore ed il peggiore giocatore del Napoli in campo.

Primo tempo

Si parte, Verona-Napoli entra subito nel vivo. Interessante opportunità per Lozano che conquista il primo calcio d’angolo della gara. Ritmi blandi, giro palla degli azzurri, i gialloblu attendono nella propria metà campo. Il Napoli confuso prova a risalire per cercare di guadagnare metri in avanti, ma le intenzioni avversarie non lasciano spazio all’inventiva azzurra. Tuttavia ne approfitta Zielinski al 13esimo che esplode un grande sinistro, Montipò alza sopra la traversa. Al 18esimo ci riprova Khvicha Kvaratskhelia, si prepara e calcia da media distanza. Il pallone però esce largo a sinistra. Il Napoli ha in mano la partita, mentre i  gialloblu faticano a costruire. Al minuto 21 grande occasione per Hirving Lozano che sfiora il gol dopo lo splendido assist di Victor Osimhen, il pallone esce davvero di poco sulla sinistra. Dopo qualche minuto l’arbitro interrompe il gioco per il cooling break e i giocatori possono bere e rinfrescarsi un attimo. Si riprende a giocare, Martin Hongla  spreca una grande occasione. Ha spazio davanti ma decide di calciare dal limite, il pallone è indirizzato sotto la traversa ma Meret con una grande parata ferma tutto. Il Verona potrà sfruttare un corner. Proprio dal calcio d’angolo i padroni di casa passano in  vantaggio con Kevin Lasagna,  libero sul secondo palo, insacca agevolmente. Il Napoli reagisce con Kvaratskhelia che penetra in area provando un sinistro ma il portiere si oppone con una parata miracolosa. Al minuto 34′ Andre Zambo Anguissa si libera all’altezza del dischetto e impatta il pallone arrivato da un calcio piazzato di Mario Rui. Il colpo di testa è quasi perfetto ma colpisce il palo alla destra di Montipò. Dopo tante occasioni, al minuto 37 Khvicha Kvaratskhelia trova il gol del pareggio, con Lozano che crossa dalla destra, Kvicha  svetta in area e di testa batte Montipò. Il Napoli gestisce bene la palla, ma il Verona non riesce più a trovare gli spazi per rendersi pericoloso. Sono due i minuti di recupero. Gli azzurri chiudono in avanti, Anguissa guadagna angolo. Proprio dal corner, il Napoli passa in vantaggio, con Giovanni Di Lorenzo che di testa prolunga per Victor Osimhen che senza problemi insacca ribaltando il risultato a tempo scaduto. Finisce il primo tempo con il punteggio di 1-2.

Secondo tempo

Via al secondo tempo: riparte grintoso il Verona che ritrova subito il gol del pareggio con un colpo di testa di Henry, imparabile per Meret. Partita combattuta, continua forte il pressing degli azzurri. Ammonizione per Victor Osimhen al 54′ per un’entrata molto ruvida, Michael Fabbri non ha esitato ad estrarre il cartellino. Incredibile dimostrazione di forza del Napoli al 55’, che in contropiede reagisce grazie ad un passaggio perfetto di Kvicha per Zielinski, che riesce a battere Montipò in uscita, ritrovando così il vantaggio. Al minuto 58 Davide Faraoni  mette in mezzo un cross invitante ma kim intercetta il pallone. Iniziano le prime sostituzioni dell’Hellas, Cioffi richiama Henry e inserisce Piccoli, mentre Retsos prende il posto di Amione. Il Napoli sembra inarrestabile infatti al minuto 65 Lobotka trova il gol del 2-4. Percussione centrale del mediano azzurro che avanza indisturbato e dal limite infila Montipò con un piatto nell’angolo basso. Cambio per il Napoli: Elmas per Kvaratskhelia, mentre Cioffi si gioca la carta Barak al posto di Hongla. Minuto 70, secondo cooling break, gioco interrotto. Altre sostituzioni del Napoli, Spalletti lancia Zerbin e Politano per Zielinski e Lozano. Subito Politano in avanti, che al minuto 79 trova il gol del 2-5, triangolazione di prima con Di Lorenzo e Osimhen, che con grande freddezza trasforma all’angolino basso di destra. Al minuto 83 esordio per Olivera che entra al posto di Mario Rui, poi Osimhen lascia il campo a favore di Ounas. Al minuto 83 viene annullato un gol per il Napoli, il neoentrato Ounas scambia con Politano e insacca a porta vuota. Il VAR annulla per uno scontro tra Montipò e Zerbin. Dopo cinque minuti di recupero la sfida termina dunque con il punteggio di 2-5 per la squadra ospite.

Top: Lobotka

Ormai è una certezza per il Napoli, Stanislav Lobotka è il migliore azzurro in campo. Sa perfettamente come agire: dirige l’orchestra a centrocampo, domina sull’avversario, recupera l’impensabile e contribuisce nel buon conseguimento della partita. Ora proprietario del centrocampo di Spalletti.

Flop: nessuno

In questa occasione nessun giocatore del Napoli merita il titolo di Flop. Tutti i giocatori hanno disputato una buona gara.

Vincenzo D’Alessandro

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.