Causio:”Senza tifosi allo stadio è inutile iniziare”

Le porte chiuse non danno stimoli

Franco Causio è intervenuto in diretta ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli, dove  ha rilasciato delle dichiarazioni in merito al campionato italiano e sulla possibile ripresa. Ecco le sue parole: “Io sono tornato dal Brasile dieci giorni fa e sono subito andato in quarantena. Non sono ancora uscito. Lì in Brasile stava iniziando a scoppiare quello che è scoppiato qui. Quando sono tornato ho visto una Udine deserta. Io sono partito dall’Italia che non c’era niente e in Brasile non era ancora successo niente. Qualcosa dell’aria si sentiva ma era tutto normale, poi sono partito e sono tornato in Italia con mia moglie ed ho visto delle cose surreali. Lì è successo tutto dopo. Fiumicino era deserta, sono stati fatti tantissimi controlli. Quando ci saranno i presupposti per riprendere il campionato? Nessuno lo sa. Anche quando sarà tutto passato, il dopo non so come sarà. Io capisco i diritti televisivi e gli sponsor ma la salute delle persone è più importante di qualunque cosa. Giocare a porte chiuse non dà stimoli ai giocatori. Credo che giocare senza pubblico non si possa fare. Bisogna prima sapere se possiamo andare tutti allo stadio, se non si può fare allora è inutile iniziare”. 

PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE SUL  NAPOLI CLICCA QUI

Ultras, oltre la violenza c’è di più

  Per i calciatori del Napoli, vige il divieto assoluto a lasciare la città

Il sistema calcio andrà incontro ad una fase di ristrutturazione totale. La stagione deve chiudersi qui

Bertrand Crasson: “Il Napoli farebbe bene a vendere Koulibaly”

Cassa integrazione evento storico per il calcio. Il Napoli non cresce come struttura aziendale

Emergenza Covid-19, la FIGC mette a disposizione il centro di Coverciano

Morto per Covid-19 Dino Bove: co-fondatore del Napoli femminile

Chiariello su ADL:”Un presidente maturo, fondamentale la sua esperienza”

Tonelli, padre, racconta l’emergenza Coronavirus da medico e da genitore

Lecce, Sticchi Damiani: “Ecco un piano per salvare il calcio dai danni economici”

  CONTENUTI EXTRA

Maltempo, è allerta arancione al centro-sud con neve e pioggia

Coronavirus, i mezzi militari impegnati in Lombardia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *