Ceferin, Superlega: “Juve, Real e Barcellona minacciano denunce, è un attacco anche agli altri club”

ceferin
   

Il presidente della UEFA torna a parlare del caso Superlega

Aleksander Ceferin ha rilasciato un’intervista al Daily Telegraph. Il presidente della UEFA è tornato a parlare del caso Superlega rivelando che i tre club facenti ancora parte del progetto; ossia Juve, Real Madrid e Barcellona; starebbero minacciando di andare per vie legali.

Queste le sue parole:

“Io sono convinto di una cosa: chiunque abbia un minimo di buonsenso adesso non ci proverà più. Ho vissuto 48 ore stressanti, ma è un bene che sia andata così. La Superlega è finita ed è stata una delle cose più strane che abbia mai visto. Se ne sono usciti con un comunicato stampa per dire che “la Superlega esiste ancora” e poi due giorni dopo hanno inviato la richiesta per giocare in Champions League. Allora, dove volete stare? Ora i club che sono rimasti nella Superlega (Juventus, Real Madrid e Barcellona) minacciano con lettere in cui ci avvisano che ci denunceranno. Credo stiano minacciando anche gli altri 9 club, dopo aver detto che il calcio sarebbe morto senza Superlega. Che delirio. Ricevo lettere minatorie, io non le ho lette ma me lo dice la divisione legale. Io parlo con i 244 club dell’ECA, non solo con i più popolari al mondo”.

 

PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE SUL NAPOLI CLICCA QUI

Le Iene, rivelano i labiali della sala VAR: “Orsato, Rizzoli e Valeri ci hanno querelati”

Caso Superlega, indiscrezione sulla sentenza UEFA. I dettagli

CONTENUTI EXTRA FIRST RADIO WEB

Russia: Steven Seagal entra in partito pro-Cremlino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *