Floyd, autopsia: “Aveva il coronavirus”

Floyd, autopsia: “Aveva il coronavirus”

Gli altri tre agenti che si trovavano con Derek Chauvin al momento del fermo di George Floyd sono stati arrestati a Minneapolis e la procura generale del Minnesota ha aggravato l’imputazione per l’ex agente Derek Chauvin da omicidio colposo a omicidio volontario. E sulla scia della decisione della procura generale nella notte manifestazioni pacifiche hanno di nuovo invaso le città degli Stati Uniti, da New York a Washington, da Los Angeles a Philadelphia. Almeno 90 persone sono state arrestate a New York – rispetto ai 280 fermi della notte precedente – mentre a San Francisco il 22enne Sean Monterrosa è stato ucciso dalle forze dell’ordine durante i disordini perché sospettato di aver derubato una farmacia nella baia di San Francisco.

Gli agenti pensavano che il martello che portava in vita fosse un’arma da fuoco. Intanto emergono nuovi dettagli dell’autopsia sul corpo di George Floyd, che ha confermato la morte per soffocamento: dalla relazione emerge che il 46enne fosse positivo al Covid-19 ma asintomatico. L’esame di 20 pagine ha anche osservato che i polmoni di Floyd sembravano sani ma aveva un restringimentodelle arterie nel cuore.

PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE SUL NAPOLI CLICCA QUI

 Coppa Italia – Una vittoria azzurra farebbe felice De Laurentiis

 L’ex Inter Paolillo: “Primavera al San Paolo? È offensivo, non schiererei la squadra”

CONTENUTI EXTRA FIRST RADIO WEB

Immuni: accuse di sessismo, cambiano icone per la App

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *