L’AVVERSARIO – Il Napoli di Gattuso ospite del Verona di Juric

L’AVVERSARIO – Il Napoli di Gattuso ospite del Verona di Juric. Si giocherà al Bentogodi

 

Dopo la parentesi Coppa Italia e, soprattutto, dopo la lunghissima pausa dovuta all’emergenza covid-19, il Napoli tornerà a disputare una gara di campionato dopo oltre tre mesi. La formazione di Gattuso scenderà in campo a Verona, contro l’Hellas che, nonostante la sconfitta rimediata nell’ultimo incontro disputato a Genova, in casa della Sampdoria, prima dell’emergenza Coronavirus, è apparsa già in ottima forma riuscendo a battere il Cagliari di Zenga pochi giorni fa: 2-1 il risultato finale.

La formazione di Juric è a quota 38 punti in classifica ad una sola lunghezza, quindi, dai partenopei e dalla zona Europa. E’ bene ricordare che tutte le gare si disputeranno, fino a nuovo dpcm, a porte chiuse; questo potrebbe essere un fattore positivo per la formazione azzurra considerato che, tra le mura amiche, i gialloblù hanno vinto sette delle tredici partite disputate fino ad ora. Tre pareggi e tre sconfitte completano il ruolino veronese formato Bentegodi laddove è caduta anche la Juventus capolista. D’altro canto, il Napoli ha vinto le ultime 3 partite disputate lontano dal San Paolo: Genova blucerchiata, Cagliari e Brescia sono state terra di conquista per i partenopei.

 

L’HELLAS VERONA IN CAMPO

Nonostante l’avvio stentato con, anche, l’eliminazione nel terzo turno di Coppa Italia rimediata con la sconfitta contro la Cremonese, il tecnico Juric è riuscito ad amalgamare perfettamente il suo gruppo tant’è che la squadra scaligera è la vera sorpresa di questo torneo. L’obiettivo salvezza è stato ampiamente raggiunto ed anzi, in terra veneta, adesso si sogna un clamoroso ritorno in Europa. Juric è un tecnico molto preparato; la sua squadra cerca di costruire gioco partendo dal portiere e senza mai buttare la palla. Sul fronte offensivo, i giocatori sanno bene cosa fare e la fase di attacco è ben organizzata mentre difensivamente adottano un pressing alto e assai aggressivo motivo per cui la difesa dei gialloblù è una delle meno battute in campionato.

 

VERONA (3-4-2-1): Silvestri; Rrahmani, Gunter, Kumbulla; Faraoni, Amrabat, Veloso, Lazovic; Verre, Zaccagni; Di Carmine. All. Juric

 

LA FORMAZIONE DI GATTUSO

Con Manolas e Malcuit non convocati, il Napoli potrebbe lasciare in panchina Meret e Callejon ed affidarsi al portiere colombiano Ospina e all’ex Inter Politano. Lobotka è rientrato in gruppo ma è improbabile un suo impiego già a Verona.

 

NAPOLI (4-3-3): Ospina; Di Lorenzo, Maksimovic, Koulibaly, Mario Rui; Fabian, Demme, Zielinski; Politano, Mertens, Insigne. All. Gattuso

 

 

I PRECEDENTI

I precedenti a Verona sono 38;

VITTORIE HELLAS VERONA: 13 (ultima il 15 marzo 2015: 2-0 Toni 7′, 51′)

VITTORIE NAPOLI: 13 (ultima il 12 gennaio 2014: 0-3 Mertens 26′, Insigne 72′, Dzemaili 76′)

PAREGGI: 12 (ultimo il 23 settembre 2003 in Serie B: 1-1 Myrtai (V) 21′, Tosto (N) 44′)

Gol segnati dall’Hellas Verona: 43

Gol segnati dal Napoli: 42

 

Antonio De Nigro 

 

 

PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE SUL NAPOLI CLICCA QUI

SKY – Piccolo problema per Allan: lascia Castel Volturno con vistosa fasciatura

CONTENUTI EXTRA FIRST RADIO WEB

Carminati, sarei rimasto in carcere a marcire

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *