Milan-Napoli, previsione tattica e le probabili formazioni

Tattica Milan Napoli

Brilla ancora il Napoli con una splendida performance in Champions League e una vittoria ricercata in Serie A. Qui la tattica di Milan-Napoli.

Tattica MilanNapoli – Allo Stadio San Siro di Milano, domenica 18 settembre alle ore 20:45, il Napoli affronterà il Milan di Stefano Pioli. “Questione di moduli” è la rubrica dedicata agli appassionati di lavagnette tattiche, moduli e sistemi di gioco.

Il Milan di Pioli

Il Milan di Pioli, attuale campione d’Italia, si gode appieno la gloria e il tricolore sul petto. La classifica non mente, la squadra è compatta, e riuscendo a mantenere un forte spirito di squadra gli uomini di Pioli dominano la classifica, portando a casa risultati eccellenti e prestazioni sufficienti. La vittoria nel derby influisce e fa schizzare il Milan in vetta alla classifica a pari punti con Napoli e Atalanta. Le probabili formazioni del Milan (4-2-3-1): Maignan; Calabria, Tomori, Kalulu, Theo Hernandez; Tonali, Bennacer; Messias, De Ketelaere, Saelemaekers; Giroud.

La tattica del Milan

Il Milan di Pioli ritrova la grinta anche quest’anno, piazzando in campo una tattica dedita al pressing in modo da sopprimere le mosse in ricostruzione degli avversari. La tecnica principale è cercare di tenere stretti i due esterni affiancati da Giroud, in modo da mandarli subito in pressione sulla difesa dell’altra squadra. Il centrocampo sarà dominato in maniera ordinata: ogni giocatore del Milan marcherà ad uomo, in modo da rendere più naturale la combinazione tra quinti, terzini e centrali. Dunque, una tattica difensiva è basata sulla parità numerica. Theo Hernandez, importate pilastro della squadra rossonera, ha un’influenza imprescindibile nello schema di gioco di Pioli, viene utilizzato a seconda delle esigenze, ergo un giocatore camaleontico pronto ad adattarsi ad ogni occasione. La scelta del mister è volutamente indirizzata verso il palleggio a sinistra che inizia con tranquillità, sovraccaricando con Tonali la fascia in modo da creare un due contro due con l’avversario al centro, costringendo, quindi, un centrocampista a scalare in supporto e riuscendo a creare in questa maniera un cambio di lato rapido passando da Bennacer. Pertanto l’obiettivo sarà quello di attaccare rapidamente sfruttando il posizionamento avverso.

Il Napoli di Spalletti

Il Napoli di Spalletti è pronto a tutto: le ultime prestazioni incutono timore negli avversari, essendo diventato il Napoli, un rivale temibile in tutte le competizioni. Le due vittorie in Champions hanno caricato notevolmente la squadra e la lotta per lo scudetto sembra essere sempre più in discesa, considerando le ottime prestazioni messe in atto dagli uomini di Spalletti. Le probabili formazioni del Napoli (4-3-3): Meret; Di Lorenzo, Kim Minjae, Rrahmani, Mario Rui; Anguissa, Lobotka, Zielinski; Politano, Raspadori, Kvaratskhelia.

La tattica di Spalletti

Il Milan è un avversario duro da affrontare, a pari merito in classifica, Spalletti è pronto a schierare l’armeria pesante. Il Napoli dovrà essere bravo a non lasciarsi sovrastare dal forte pressing rossonero, cercando di mantenere forte la posizione dei centrocampisti e lasciare pochi spazi per la ripartenza. I passaggi chiave saranno fondamentali per sbloccare quanto prima il risultato, cercando di non sprecare occasioni importanti. Dunque, potrebbe essere per il Napoli un match complicato, considerata la tattica di Pioli, quindi Spalletti avrà l’amaro compito di provare a non farsi chiudere ed intrappolare dai rapidi movimenti avversari, abili nel cambio gioco.

Barbara Marino

PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE SUL NAPOLI  CLICCA QUI

Napoli-Liverpool – Azzurri stellari, ora bisogna superare lo Spezia

Napoli, Zielinski: “Battuto un avversario importante, siamo stati perfetti”

CONTENUTI EXTRA FIRST RADIO WEB

Alpinismo, riaperta via italiana al Cervino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.