Napoli-Empoli, previsione tattica e probabili formazioni

Tattica Napoli Empoli

Naviga ad alta velocità il Napoli di Spalletti, che tra le onde del mare resta in equilibrio tra le intemperie. Pronti per affrontare la prossima avversaria, è ora di puntare lo sguardo sull’Empoli. Qui la tattica di Napoli-Empoli.

Tattica NapoliEmpoli – Allo Stadio Maradona di Napoli, martedì 8 novembre alle ore 18:30, il Napoli affronterà l’Empoli di Paolo Zanetti. “Questione di moduli” è la rubrica dedicata agli appassionati di lavagnette tattiche, moduli e sistemi di gioco.

L’Empoli di Zanetti

La squadra di Paolo Zanetti, sosta momentaneamente al 14esimo posto in classifica, alle calcagna di Sassuolo, Bologna e Fiorentina. L’Empoli ha vinto due delle ultime quattro gare in Serie A, un successo in più rispetto alle prime nove giornate, che hanno causato svariate difficoltà alla squadra. L’ultima vittoria è possibile definirla come un “colpo slavezza”, perché hanno finalmente scongiurato la scivolata ai piani più bassi, anzi, sono riusciti ad aggrapparsi alle squadre di metà classifica, in modo da provare a concludere il campionato nel mezzo, senza troppi pericoli. La sosta Mondiale sarà un’occasione per rimettersi in forze e caricare le batterie, ma adesso testa alla prima in classifica, che non farà certamente sconti. Le probabili formazioni dell’Empoli (4-3-1-2): Vicario; Ebuehi, Ismajli, Luperto, Parisi; Henderson, Marin, Bandinelli; Baldanzi; Satriano, Lammers.

La tattica dell’Empoli

La tattica dell’Empoli verte maggiormente sulla forza del centrocampo: è lì che si punta ad estremizzare la centralità. Zanetti studia la maniera più funzionale per generare in campo un gioco più offensivo, cercando di coinvolgere principalmente quattro calciatori: il trequartitsta che ha il compito di sintetizzare la manovra, la mezz’ala che gioca in verticale e le due punte per la conclusione. I movimenti di queste ultime, tendono ad incentrarsi sulla profondità e dunque attaccare a seconda del movimento della palla. Ciò che spaventa è la realizzazione di movimenti imprevedibili per i difensori avversari. La tattica fondamentale, sulla quale si basa l’attacco, è quella di pressare prepotentemente l’avversario, in modo da trasmettergli tensione, portandolo in conseguenza all’indecisione. La mossa vincente è proprio l’abilità nel saper gestire palla senza seguire uno schema preciso, condito da una forte attitudine di movimento e rapidità.

Il Napoli di Spalletti

Il Napoli di Spalletti si è confermato ancora una volta inarrestabile, nonostante la stanchezza fisica per gli innumerevoli incontri tra campionato e Champions League. La freschezza dell’Atalanta, che sfodera in campo un ottimo gioco, ha reso l’impresa più ardua, ma meno del previsto, perche gli azzurri hanno reagito in maniera egregia, portando a casa un’altra vittoria. Anche il prossimo avversario non incontrerà Kvaratskhelia, e Spalletti ha preparato un nuovo sostituto per godersi al meglio l’esperienza contro l’Empoli. Le probabili formazioni del Napoli (4-3-3): Meret; Di Lorenzo, Kim, Juan Jesus, Mario Rui; Anguissa, Lobotka, Zielinski; Lozano, Osimhen, Raspadori.

La tattica del Napoli

Il Napoli è ormai un avversario temibile da tutte le squadre di Serie A, e non solo. L’assenza di Kvaratskhelia rende la squadra meno imprevedibile, ma Spalletti ha reso tutti i giocatori necessari e pronti all’evenienza. Tuttavia, come dimostrato con l’Atalanta, l’abilità dei partenopei è proprio quella di saper affrontare ogni avversario, riuscendo ad occupare appieno ogni zona del campo e cercando di sfoggiare la miglior prestazione individuale.

Barbara Marino

PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE SUL NAPOLI  CLICCA QUI

UFFICIALE – sanzione di 5 mila euro per il Napoli per cori contro Gasperini

UFFICIALE – Atalanta multata per cori offensivi contro il Napoli

CONTENUTI EXTRA FIRST RADIO WEB

Incidenti lavoro: donna muore schiacciata in vetreria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.