Pubblicato il: 30 Gennaio 2021 alle 9:43 pm

Napoli-Parma: statistiche, precedenti e cenni storici

Napoli-Parma – Precedenti, statistiche e curiosità di questa sfida valida per la ventesima giornata del campionato di serie A 2020-21, la prima del girone di ritorno

Napoli e Parma si sfideranno nella prima giornata del girone di ritorno, la ventesima del campionato di serie A 2020/21. Le due formazioni scenderanno in campo domenica 30 gennaio 2021 alle ore 18:00 allo stadio Diego Armando Maradona di Napoli.

Le statistiche tra Napoli e Parma

Partenopei e parmensi si sono affrontati in Campania 18 volte: il Napoli ha ottenuto l’intera posta in palio in 9 occasioni mentre il Parma è riuscito a violare il “Maradona” per ben 5 volte; 4 sono i pareggi tra le due formazioni.

Se andiamo ad analizzare il totale delle sfide tra le due squadre, questo incontro si è disputato 47 volte: 37 in Serie A, 8 in serie B e 2 in Coppa Italia. I precedenti pendono leggermente in favore degli azzurri con 21 vittorie totali a fronte delle 16 del Parma; 10 sono i pareggi.

I precedenti al Maradona

Al Diego Armando Maradona, lo scorso anno, il Parma, allenato anche allora da mister D’Aversa, riuscì a battere gli azzurri; dopo il vantaggio ospite con Kulusevski e il pareggio firmato da Milik,  un gol di Gervinho allo scadere fissó il punteggio sul 2-1 e regalò i tre punti ai ducali. Il Napoli non batte, quindi, il Parma tra le mura amiche da ben due anni e mezzo: il 26 settembre 2018, Insigne e una doppietta di Milik fissarono il risultato sul 3-0. Per ritrovare l’ultimo pari tre le due formazioni, bisogna fare un passo indietro lungo 20 anni: nel dicembre del 2000, Napoli-Parma finì 2-2.

Curiosità e cenni storici

Molti sono i calciatori che hanno vestito entrambe le maglie; tra i nomi più eclatanti, oltre ai Sepe, Inglese, Ciciretti, troviamo sicuramente quelli di Gianfranco Zola e Massimo Crippa, che lasciarono il capoluogo partenopeo per Parma, nel 1993, fino ad arrivare ai fratelli Fabio e Paolo Cannavaro.

Episodio assai curioso accadde nel febbraio del 1991: in quella partita, l’arbitro Lo Bello assegnò ben 3 rigori al Napoli. Diego Armando Maradona ne segnó due mentre il terzo lo calciò e realizzó Careca. In quel Napoli-Parma segnarono anche De Napoli, per gli azzurri, mentre Minotti e Osio marcarono per i ducali. L’incontro terminò 4-2 per la squadra napoletana.

Altro fatto insolito, per i partenopei, accadde nel dicembre del 1997: all’allora San Paolo, il Napoli di Galeone ed il Parma di Ancelotti si affrontarono nella dodicesima giornata di quel campionato che decretò, alla fine, l’amara retrocessione degli azzurri in serie B. Nel primo tempo, le due squadre scesero in campo con maglie dai colori molto simili: azzurra quella del Napoli e blu quella del Parma. Effetto cromatico poco chiaro, evidentemente, per l’arbitro Bazzoli tant’è che il Napoli rientrò in campo, nella ripresa, completamente in bianco. Per la cronaca, quel match finì col trionfo emiliano: Blomqvist, Dino Baggio e una doppietta di Crespo fissarono il punteggio sul 4-0 in favore degli ospiti.

Napoli-Parma è anche la prima gioia di Insigne in serie A. Proprio contro i ducali, infatti, Lorenzo subentrò a Cavani nel secondo tempo e trovò il suo primo gol in campionato fissando il punteggio sul 3-1 in favore della squadra allenata allora da mister Mazzarri. Era il 16 settembre del 2012.

 

Antonio De Nigro

 

 

PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE SUL NAPOLI CLICCA QUI

Lo Monaco: “Gattuso non merita la gogna, le critiche sono esagerate”

Di Marzio: “Il Napoli è da Champions”. Poi ipotizza il successore di Gattuso

CONTENUTI EXTRA FIRST RADIO WEB

Turista investita e uccisa, gip Milano: servono nuove indagini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *