PRIMAVERA NAPOLI- Sgambetto alla capolista

giovanili napoli
   

Primavera Napoli: nel prossimo turno i ragazzi di Saurini saranno impegnati in trasferta sul campo del Cesena guidato da mister Angelini.

Oggi pomeriggio al centro sportivo di Sant’Antimo si è giocata la sfida tra la Primavera del Napoli e i pari età dell’ Hellas Verona (clicca qui per presentazione). I ragazzi di Saurini si sono presentati a questo appuntamento privi di diversi titolari, dallo squalificato Liguori agli infortunati Negro D’Ignazio e con la novità della “promozione” in squadra del classe 2000′ Gaetano dall’Under 17. Per gli scaligeni, dopo una partenza fortissima in campionato c’è stata una leggera flessione nelle ultime due giornate in cui ha raccolto solo un punto, consentendo così alle avversarie di avvicinarsi in classifica.

Nella prima parte di gara le squadre si studiano, dimostrando di temersi e rispettarsi nonostante la differenza in classifica, tra i partenopei il più in palla sembra essere Russo che, forse perchè orfano dei suoi tradizionali compagni di reparto, sente il peso della responsabilità sulle spalle. E in effetti le fasce funzionano bene con Della Corte bravo a sfruttare l’occasione da titolare, diventando una vera e proprio spina nel fianco nella difesa avversaria. Nel Verona Carletti deve dire due volte no su calcio di punizione sia a Russo che a Otranto, ma nulla può quando al 38′ Milanese, quest’oggi schierato da terzino sinistro, porta in vantaggio il Napoli con un tiro-cross la cui traiettoria diventa imparabile. E’ davvero un momento d’oro per il giovane difensore che in settimana è stato convocato da mister Sarri per la sfida di Coppa Italia contro lo Spezia (clicca qui per articolo).

Nella ripresa il copione non cambia e il Napoli parte subito forte a caccia del raddoppio temendo il possibile ritorno del Verona nel finale e così a farsi notare è il solito Russo che da sinistra, soprattutto su calci da fermo, mostra tutte le sue qualità balistiche. I partenopei protestano anche con l’arbitro chiedendo il calcio di rigore per un presunto atterramento di Gaetano, dopo una bella iniziativa personale, ma il direttore di gara lascia proseguire. A metà ripresa fa il suo esordio con la maglia azzurra il classe 99′ Gianluca Catavere (clicca qui per esclusiva) che si schiera sulla fascia destra e negli ultimissimi minuti c’è gloria anche per  l’altro classe 2000′ Salvatore Micillo. In pieno recupero però i ragazzi di Pavanel si rendono pericolosi due volte facendo tremare il pubblico di casa, ma oggi gli azzurrini hanno ampiamente meritato il successo e così il risultato non cambia.

Vittoria convincente per la Primavera del Napoli che raccoglie tre punti preziosissimi per la sua classifica e avvicina la zona play off anche se il percorso è ancora molto lungo e complesso ma mister Saurini, complice l’assenza di alcuni titolarissimi, oggi è stato bravo a ruotare altri elementi che potranno tornare utile in futuro. Per i veneti continua il periodo “no”, con la seconda sconfitta esterna consecutiva e un attacco che oggi non è stato all’altezza della sua fama.

NAPOLI: Schaeper, Schiavi, Milanese, Granata, Esposito, Basit, Otranto, Acunzo, Russo, Gaetano, Della Corte. A disp.: Marfella, Mazzella, Riccio, Marino, Migliaccio ,Napolitano, Micillo, Daddio, Ritieni, Catavere All.: Saurini.

HELLAS VERONA: Carletti, Pavan, Badan, Pellacani, Casale, Kumbulla, Stefanec, Danzi, Tupta, Hoxha, Buxton. A disp.: Bianchi, Nigretti, Dall’Agnola, Forgia, Cherubin, Marulli, Dentale, Gecchele, Aloisi. All.: Pavanel.

Marco Lepore

Marco Lepore

Laureato in Economia Aziendale presso l'Università Federico II dal 2005, ho intrapreso questo percorso da 06/2015. Il principio a cui mi ispiro è: "stay hungry, stay foolish".

View all posts by Marco Lepore →

Installa la Web App di ForzAzzurri

Installa
×