Roma-Napoli, previsione tattica e probabili formazioni

Tattica Roma Napoli

La vetta della classifica di Serie A è del colore del cielo, azzurro, proprio come la squadra di Spalletti che domina ancora la classifica. Il Napoli è pronto per una nuova sfida contro Roma. Qui la tattica di Roma-Napoli.

Tattica RomaNapoli – Allo Stadio Olimpico di Roma, domenica 23 ottobre alle ore 20:45, il Napoli sfiderà la Roma di José Mourinho. “Questione di moduli” è la rubrica dedicata agli appassionati di lavagnette tattiche, moduli e sistemi di gioco.

La Roma di Mourinho

José Mourinho è tra tra i migliori allenatori al mondo, ha collezionato trofei nazionali ed internazionali, portando il più delle volte le sue squadre in cima alla lista, nella sezione dedicata ai vincitori. Lo Special One, attuale tecnico della Roma, si è immerso in una sfida più che complicata, con l’intento di riuscire a riportare la squadra della capitale a livelli europei, rendendola competitiva ed equilibrata. Il mercato estivo è stato più o meno esaustivo, ma nonostante ciò le défaillance non mancano. Le ultime vittorie della Roma non spiccano per prestazioni invidiabili, bensì si trascinano nell’esigua sufficienza, fatta, ovviamente, qualche eccezione. Le probabili formazioni della Roma (3-4-2-1): Rui Patricio; Mancini, Smalling, Ibanez; Karsdorp, Cristante, Matic, Spinazzola; Pellegrini, Zaniolo; Abraham.

La tattica della Roma

José Mourinho ha un approccio tattico del tutto personalizzato. Una volta accostatosi alla Roma e svariati tentativi andati male, è riuscito ad entrare, a grandi linee, in sintonia con la formazione giallorossa. La forza della Roma è concentrata nel costringere le rivali ad uscire, innalzando un muro in difesa che serve, di conseguenza, a far ripartire le ali e cercando di battere in velocità e tempo gli avversari. Ed è proprio questa linea che il portoghese vuole seguire anche contro il Napoli, nonostante abbia più volte dichiarato, di sentirsi costretto ad adattarsi ad una difesa a tre, distante dalle sue idee cardine. È doveroso, dunque, specificare che ad oggi la Roma non abbia ancora trovato un’espressione tattica ben precisa, dunque, le soluzioni potranno variare a match in corso. Dunque, sarà discrezione degli avversari sfruttare le occasioni, e non cascare nella trappola delle ripartenze.

Il Napoli di Spalletti

Luciano Spalletti mantiene alti gli standard, la stanchezza per le innumerevoli sfide si fa sentire, ma la consueta formazione è irrinunciabile. Gli uomini di Mourinho hanno le carte in regola per provare a mettere in difficoltà il Napoli, e dunque, sorge un dubbio tattico per l’allenatore in attacco. Il ritorno di Osimhen è un innesto importante e necessario, per aiutare a far rifiatare Raspadori e Simeone, ma l’indecisione sale a galla. Rimane tutt’oggi improbabile ritrovare già Anguissa, sostituito da Ndobele a centrocampo, dunque ecco le probabili formazioni del Napoli (4-3-3): Meret; Di Lorenzo, Kim, Juan Jesus, Mario Rui; Ndombele, Lobotka, Zielinski; Politano, Osimhen, Kvaratskhelia.

La tattica del Napoli

Del Napoli, sappiamo ormai tutto o quasi, Spalletti è pronto a schierare come sempre l’armeria pesante ed è ben intenzionato a mantenere alti, non solo gli standard, ma anche la posizione. Questa sarà una gara più complicata, a differenza di quelle affrontate fino ad ora, poiché la squadra di Mourinho ha un approccio tattico più difensivo e quindi risulterà sicuramente più complicato riuscire a trovare lo specchio della porta. Dunque, le regole base saranno quelle di sfruttare occasione per occasione, ma soprattutto porre massima attenzione alla ripartenza avversaria, che sfrutterà in ogni modo la posizione degli azzurri, cercando di batterli sul tempo e velocità. Una cosa però è certa, i giallorossi dovranno vedersela con giocatori di stazza, forti fisicamente e ben preparati.

Barbara Marino

PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE SUL NAPOLI  CLICCA QUI

Ferrario su Cassano: “Non sa quello che dice, io scappato di casa ma ho vinto lo Scudetto”

Fedele: “La Roma non mi preoccupa, con Kvara giochiamo in 12”

CONTENUTI EXTRA FIRST RADIO WEB

Amazon: prima causa penale contro le recensioni false

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.