Serie A, i club vogliono il taglio degli stipendi

Lo scenario

Come riportato dall’edizione odierna de La Gazzetta Dello Sport, i club nella videoconferenza di ieri hanno iniziato la discussione sui tagli degli stipendi ai calciatori. Al momento le ipotesi che si fanno strada sono due: non pagare gli stipendi per il periodo di tempo non lavorato o richiedere uno sconto proporzionale.  Il governo potrà riconoscere uno strumento legislativo valido a intervenire oppure, se riconoscerà la facoltà d’intervento in una delle leggi già in atto, potrà essere sufficiente una linea concordata tra Lega e Figc. Si potrebbe copiare il modello Francese, dove è possibile la disoccupazione parziale anche con i giocatori. In caso contrario potrebbe esservi un accordo tra la federazione e i calciatori, in modo unico per evitare che ogni singolo club tratti con i propri tesserati.

PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE SUL NAPOLI CLICCA QUI

Crisi calcio – Tutti i “partiti” della Serie A

Sconcerti: “Taglio stipendi? Ci vorrà l’esercito”

Serie A – Ripresa oppure campionato a 22 squadre

Le proposte di De Laurentiis per la crisi del calcio

VIDEO – I calciatori chiamano a casa dei cittadini

Bundesliga – Accettato taglio del 20% sullo stipendio

Ugolini:”Castrovilli piace al Napoli, ma c’è concorrenza”

Conte chiarisce:”Restrittiva fino al 30 Luglio è una fake news”

Coronavirus, il bollettino delle ore 18: contagi in calo per il terzo giorno consecutivo

 

CONTENUTI EXTRA

Basket: Gregg Popovich confermato alla guida di Team USA anche con le Olimpiadi di Tokyo spostate al 2021

Paura coronavirus: Gori riporta le figlie a Bergamo dall’Inghilterra, la stampa inglese lo attacca