Top & Flop – Milan-Napoli: il migliore ed il peggiore azzurro in campo

Napoli
   

Gli azzurri ritrovano la vittoria nella trasferta di San Siro contro il Milan, chiudendo di fatto il discorso scudetto con l’Inter che si porta a +9 dai cugini

Primo Tempo

La prima emozione del match arriva al 4′ minuto, Theo Hernandez trova in profondità Rafael Leao che sfiora appena il pallone e frana su Ospina, l’arbitro fischia fallo dell’attaccante portoghese. Il Milan si rende pericoloso anche al minuto 11, fraseggio tra Theo Hernandez e Calhanoglu, la palla arriva al turco che di destro a giro conclude fuori. La prima occasione del Napoli arriva al 14′, azione personale del 24 che prova la conclusione da fuori area, tiro deviato e Donnarumma blocca.

Appena due minuti dopo gli azzurri sfiorano la rete, Zielinski viene servito ottimamente da Di Lorenzo con un cross dalla trequarti, il fantasista del Napoli si muove bene alle spalle di Tomori, ma sua conclusione viene respinta in tuffo dal portiere rossonero. La risposta dei padroni di casa arriva al 20′, Calhanoglu lancia Leao in profondità, che resiste alla carica di Maskimovic e calcia di destro a giro, la sua conclusione si perde sul fondo. Gli azzurri hanno l’occasione di sbloccare la partita al 29′, Zielinski viene servito in area e tutto solo spreca calciando fuori con il sinistro.

I rossoneri si fanno pericolosi al 33′ e al 35′, Leao arriva al tiro, la sua conclusione forte ma centrale da fuori area viene bloccata facilmente dall’estremo difensore del Napoli. Subito dopo Calhanoglu da buona posizione calcia con il sinistro, ma il pallone si spegne alto sopra la traversa. La prima metà di gara si chiude con il Napoli che attacca: al 42′ Mertens, dopo una combinazione con Insigne e Zielinski, riceve palla e calcia a dal limite, la palla finisce finisce lontana dalla porta rossonera.

Secondo Tempo

Al Napoli servono solo tre minuti della seconda frazione per trovare la rete. Politano, servito da Zielinski, riceve palla e calcia appena dentro l’area con il destro trovando un diagonale preciso che s’insacca alle spalle di Donnarumma, 1-0.  Dopo 9 minuti gli azzurri hanno l’occasione per il raddoppio, Fabian si avventa su un pallone spiovente e calcia al volo costringendo Donnarumma alla grande parata. Al 65′ il Milan ha l’occasione per pareggiare, Rebic serve un gran pallone per Leao che a tu per tu con Ospina si fa ipnotizzare e favorisce la parata del portiere azzurro.

Il Milan ci riprova al 70′ con Rebic, punizione dalla sinistra di Tonali, cross tagliato sulla testa del croato che gira in porta, Ospina respinge con un gran riflesso. Dopo 7 minuti altra punizione per il Milan, Tonali calcia verso l’area di rigore e trova ancora una volta Rebic, il cui tiro viene respinto dal compagno di squadra Gabbia. Theo Hernandez all’83’ arriva alla conclusione dopo uno scambio con Hauge, la palla si perde sul fondo.

Uno degli episodi chiave della partita arriva al minuto 89, I rossoneri chiedono un calcio di rigore per un fallo di Bakayoko su Theo Hernandez, Pasqua dopo aver rivisto il Var decide di non concedere il penalty. Nel Milan saltano i nervi e al 92′ Rebic viene espulso per proteste rivolte al direttore di gara. L’ultima emozione del match arriva al 93′ Osimhen tira al volo e sfiora la rete del 2-0, ma la sua conclusione termina di pochissimo sul fondo.

Top – Kalidou Koulibaly

Quella del difensore senegalese è una prestazione da vero trascinatore, preciso e puntuale negli interventi, ma allo stesso tempo butta via la palla quando ce n’è bisogno, una partita così non si vedeva da un po’. Il migliore in campo è lui.

Flop – Dries Mertens

Il belga è chiaramente ancora alla ricerca della condizione ideale, la rete contro il Benevento faceva sperare in un suo ritorno al top ma la strada è ancora lunga, per lui pochi palloni toccati ed una sola conclusione pericolosa. E’ lui il peggiore in campo.

Alessandro Santacroce

PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE SUL NAPOLI CLICCA QUI

UFFICIALE – Milan, i convocati per stasera: out anche Calabria e Romagnoli

Moggi, il pronostico: “Napoli favorito con il Milan, solo per un motivo”

CONTENUTI EXTRA FIRST RADIO WEB

Usa, basta persecuzioni voci indipendenti in Russia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *