Per un pugno di copie: i venditori di illusioni nel periodo di magra

Notizie Napoli
   

Focus, il giornalismo sportivo nel periodo di magra: le notizie che non informano nessuno.

Far parte del campo del giornalismo non vuol dire esclusivamente lavorare per un tornaconto economico, ma soprattutto, essere dediti ad informare, a dire la verità. In questi periodi di magra, dove le notizie scarseggiano, perché i club sono senza soldi e tutto è accentrato intorno all’Europeo ed alla Nazionale, che ha centrato una finale storica, che mancava da troppo tempo, i giornali, le radio, le televisioni parlano – fateci caso – di accordi fatti, di trattative al capolinea, di fumate bianche, ma… tutto al condizionale.

Del Napoli in particolare, si parla di un vicendevole interesse per Jorginho, che invece è impegnato a Londra e pensa alla finale contro l’Inghilterra, si parla di Koulibaly che non si sa se resterà o meno, di Zielinski che ha ricevuto offerte importanti. Come un macigno pesa il tormentone Insigne, e il buon “Ciro”, il decantato Mertens, adesso è un peso a causa dell’ingaggio non in linea con le prestazioni. Per attirare gli irriducibili c’è qualcuno che si spende nel parlare anche di Maksimovic che rimpiange l’offerta del Napoli, rifiutata appena sei mesi fa e di Mario Rui che è appetito dal Galatasaray.

Altri ancora riportano di un interesse di qualche squadra, oggi per Politano, domani per Lozano, senza dimenticare Petagna e Meret. Le notizie sono queste, elencate in due minuti di lettura.

Eccole le verità sul Napoli: Jorginho non potrà arrivare in questo clima di “Restaurazione” nel quale il presidente ha dichiarato di dover ridimensionare il monte ingaggi, ed è normale che il club di ADL e le altre squadre chiedano informazioni per calciatori che possono essere loro utili. Una verità ancora più grande è che la società prima della fine del ritiro di Dimaro, non farà acquisti e non farà cessioni se non minori, perché Spalletti vuole valutare la rosa e capire chi è secondo lui da Napoli e chi non lo è.

Oltre la beffa, c’è il danno: se è vero che ci riempiono di prime pagine a caratteri cubitali di questa o quella operazione di mercato, di quel sogno che potrebbe diventare realtà, da non sfiorare solo con l’immaginazione, cosa succede poi quando Jorginho non arriverà, quando il tifoso medio legge che la Lazio sta per soffiare Basic da sotto il naso degli azzurri, quando tifosi meno attenti non si troveranno in squadra il campione di turno propinato dai mass media? Si dirà che De Laurentiis non vuole vincere, che il mercato del Napoli è fallimentare, e la proprietà non vuole spendere soldi per quei campioni che invece ammiccavano agli azzurri, che squadre di terz’ordine prendono calciatori migliori di quelli che sceglie Giuntoli.

Ecco qual è l’inganno, vendere sogni in cambio di soldi. Illudere i propri lettori per qualche copia in più, non è fare informazione, ma pensare al proprio portafoglio;  dovrebbero saperlo bene i lettori dei giornali di Milano e di Torino, le squadre delle cui città sono interessate a questo o a quel campione, sono appetite – sempre secondo loro – da queste o da quel fuoriclasse, ma alla fine si ritrovano sempre a portare a casa la terza o la quarta scelta e le conseguenze si vedono nei bilanci martoriati e nelle pessime figure in giro per l’Europa.

E’ un gioco del sentito dire che nuoce, non solo al tifoso, ma alla credibilità stessa di chi da queste notizie come prossime, probabili, quasi certe… addirittura improbabili, inverosimili, campate in aria, e il danno maggiore è soprattutto di coloro che si vogliono distinguere parlando realmente di calcio, informando i propri lettori.

Barbara Marino

PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE SUL NAPOLI CLICCA QUI

Coronavirus, il bollettino nazionale: 1.394 positivi e 13 decessi nelle ultime 24 ore

Castro: “Mario Rui verso la Turchia, Insigne alla fine troverà un accordo”

CONTENUTI EXTRA FIRST RADIO WEB

La vita privata di Luciano Spalletti è bellissima: una moglie, tre figli e un agriturismo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *