QUESTIONE DI MODULI: Napoli-Juventus, previsione tattica e probabili formazioni

tattica roma napoli
   

Il Napoli si prepara ad affrontare la Juventus nel match casalingo allo stadio Diego Armando Maradona

Tattica Napoli-Juventus – Allo stadio Diego Armando Maradona, sabato 11 settembre alle ore 18.00 andrà in scena il match valevole per la terza giornata del campionato di Serie A 2021/2022. Il Napoli, finora a bottino pieno nei precedenti due impegni, affronta la Juventus di Max Allegri, orfana di Cristiano Ronaldo che si è accasato al Manchester United negli ultimi giorni di mercato, e che finora ha raccolto un solo punto, perdendo anche la gara interna contro l’Empoli. “Questione di moduli” è la rubrica dedicata agli appassionati di lavagnette tattiche, moduli e sistemi di gioco.

La Juventus di Max Allegri

I Bianconeri hanno iniziato molto male la stagione. L’addio di Cristiano Ronaldo non è stato accettato di buon grado nei dai tifosi ne, a quanto pare, dallo stesso Max Allegri che si aspettava qualcosa in più dal mercato estivo. Ad inasprire ancora di più gli animi è stata la vittoria del Napoli nel ricorso per la squalifica di Victor Osimhen, non sono mancate infatti le polemiche da parte del panorama bianconero. Come se tutto ciò non bastasse il tecnico rischia di dover fare a meno dei sudamericani di rientro dagli impegni nazionali per le qualificazioni al Mondiale in Qatar 2022, e di Federico Chiesa che ha rimediato un fastidio. Dagli ultimi rilievi, riporta Sky Sport sembrano escluse lesioni muscolari, ma Allegri potrebbe scegliere di non rischiare, non facendolo giocare dall’inizio.

Questa la probabile formazione bianconera: JUVENTUS (4-3-3): Szczesny; Cuadrado, de Ligt, Chiellini, De Sciglio; Bernardeschi, Locatelli, Rabiot; Morata, Kean, Kulusevski. Allegri si affida molto al lavoro degli esterni, che puntano a creare superiorità numerica sovrapponendosi con i terzini, per poi cercare di penetrare in area o servire cross per gli attaccanti. I primi due passi falsi in campionato potrebbero convincere Allegri a cambiare modulo, è possibile la riconferma del 4-3-3 ma prende piede anche l’opzione 4-2-3-1.

Il Napoli di Spalletti

Gli uomini di Spalletti arrivano dalla vittoria in trasferta contro il Genova. Per l’occasione ritrovano Victor Osimhen, per il quale la Corte D’Appello ha accolto il ricorso, dimezzando la sua squalifica e rendendolo arruolabile dal tecnico. Rimangono indisponibili: Piotr Zielinski, Meret e Demme, ai quali si va ad unire Lobotka tra i giocatori fermi ai box. A centrocampo le alternative sono limitate, molto probabile l’esordio assoluto di Andre Zambo Anguissa. La probabile formazione del Napoli è la seguente: NAPOLI (4-3-3): Ospina; Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Mario Rui; Fabian, Anguissa, Elmas; Politano, Osimhen, Insigne. 

Contro i liguri, gli azzurri hanno dimostrato di subire le iniziative ed il loro pressing asfissiante. Nella seconda metà di gioco è arrivato anche il gol del pareggio di Cambiaso, e oltre alla rete di Petagna allo scadere, sono serviti un paio di interventi di Meret per far si che il Napoli tornasse a casa con i tre punti. Ancora una volta il contributo dei centrocampisti si è dimostrato fondamentale, infatti dopo la rete di Elmas contro il Venezia, è arrivata anche quella di Fabian Ruiz con il suo marchio di fabbrica, sinistro a giro da fuori area. In fase di impostazione gli azzurri mantengono spesso il 4-3-3, ma portano in area anche 4 uomini, passando di fatto ad un momentaneo 4-2-4. In fase di non possesso invece si passa al 4-1-4-1 o 4-5-1 a linee molto serrate.

Tattica Napoli-Juventus

Napoli e Juventus arrivano da due momenti completamente opposti, ma non per questo sarà una gara facile per i padroni di casa. Napoli-Juve non è mai una partita normale e tutto può succedere. Gli azzurri vorranno sicuramente fare attenzione a Kean, reduce dalla doppietta contro la Lituania con la maglia dell’Italia, chiamato al compito non facile di sostituire CR7. Da entrambe le parti si faranno sentire le assenze, con il Napoli che però ritrova il suo centravanti e spera di poter ritrovare anche Mertens, almeno per la panchina.

Alessandro Santacroce

 

PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE SUL NAPOLI CLICCA QUI

Napoli, Sgambati: “I problemi di accesso allo Stadio deve risolverli la Società”

Mauro: “Napoli favorito sulla Juventus, Spalletti può lottare per lo Scudetto”

CONTENUTI EXTRA FIRST RADIO WEB

Israele: palestinesi evasi,arrestati parenti in Cisgiordania

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *