QUESTIONE DI MODULI: Roma-Napoli, previsione tattica e probabili formazioni

tattica roma napoli
   

 

Il Napoli imbattuto in campionato si prepara al big match dell’Olimpico dopo la vittoria in Europa League

Tattica Roma-Napoli – Il Napoli dello “Spallettone” archivia la pratica Legia Varsavia con un netto 3-0 e mette nel mirino la nona vittoria consecutiva in campionato, ad attenderli c’è la Roma di Mourinho che viene da una settimana da incubo, segnata dalla sconfitta polemica contro la Juventus e l’umiliazione in Norvegia per 6-1 contro il Bodo Glimt in Conference League. “Questione di moduli” è la rubrica dedicata agli appassionati di lavagnette tattiche, moduli e sistemi di gioco.

Il Napoli di Spalletti

Nel gruppo C di Europa League gli azzurri si sono rimessi in carreggiata con la vittoria contro il Legia Versavia, ora si trovano al secondo posto a -2 dai polacchi e a pari punti con il Leicester. In campionato invece di passi falsi non ce ne sono stati e gli uomini di Spalletti sono ancora la squadra da battere. La probabile formazione azzurra è la seguente: NAPOLI (4-3-3): Ospina; Di Lorenzo, Rrahmani, Koulibaly, Mario Rui; Anguissa, Fabian Ruiz, Zielinski; Politano, Osimhen, Insigne.
I partenopei possono ora contare su un ritrovato Lorenzo Insigne, l’errore dal dischetto contro il Torino è già un lontano ricordo e la prestazione di giovedì scorso impreziosita da un gol straordinario restituisce a agli azzurri il suo capitano. Lo schieramento in campo è il solito, in fase di impostazione gli azzurri mantengono spesso il 4-3-3, ma portano in area anche 4 uomini, passando di fatto ad un momentaneo 4-2-4. In fase di non possesso invece si passa al 4-1-4-1 o 4-5-1 a linee molto serrate.

La Roma di Mourinho

I giallorossi arrivano alla nona giornata di campionato quarti in classifica a 15 punti. I tifosi cominciano ad indispettirsi e dopo la settimana infernale appena trascorsa saranno sicuramente vogliosi di riscatto. Questo il probabile schieramento dei capitolini: ROMA (4-2-3-1): Rui Patricio; Karsdorp, Mancini, Ibanez, Vina; Cristante, Veretout; Perez, Pellegrini, Mkhitaryan; Abraham.

La Roma vista contro il Bodo Glimt è stata troppo brutta per essere vera, ha dimostrato grande fragilità ma difficilmente ripeteranno la pessima prestazione vista in Conference League. L’ultima vittoria risale al 3 ottobre contro l’Empoli e contro la Juventus si è fermato anche Zaniolo, che non farà parte della gara di domenica. La squadra di Mourinho è quella che tira di più di tutto il campionato.

Attacca con molti uomini talvolta rischiando di lasciare sbilanciata la squadra: nel suo 4-2-3-1 infatti partecipano alla manovra offensiva tutti gli uomini a partire dai due in mediana. In fase di non possesso i mediani tornano a difendere schierandosi sulla linea dei difensori, ma non è insolito vedere anche l’apporto difensivo degli uomini più avanzati.

Tattica Roma-Napoli

Gli azzurri ritrovano il gol del loro capitano Lorenzo Insigne, Osimhen l’inarrestabile, rimane una sentenza per gli avversari e ci si chiede come farà Spalletti a rinunciare a lui in occasione della Coppa D’Africa. La Roma, vista anche la grande rivalità con i partenopei, vorrà sicuramente portare  a casa i tre punti davanti al suo pubblico dell’Olimpico. Attenzione a Tammy Abraham che anche quando non segna si rende pericoloso davanti. Mourinho è affamato di riscatto

 

Alessandro Santacroce

 

PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE SUL NAPOLI CLICCA QUI

Napoli-Legia Varsavia, Di Marzio: “È giusto che Spalletti faccia il turnover”

Auriemma contro Orsato: “Se non fossimo in Italia sarebbe già a riposo”

CONTENUTI EXTRA FIRST RADIO WEB

Carolina Marconi: “Mi hanno tolto e ricostruito entrambi i seni, ma il cancro non mi ha cambiata”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *