Pubblicato il: 1 Novembre 2019 alle 7:18 pm

Roma-Napoli, previsione tattica e le probabili formazioni

tattica roma napoli

Dopo soli 3 giorni dal discusso pareggio casalingo contro l’Atalanta, il Napoli si reca nella capitale, sponda giallorossa. Previsione tattica di Roma-Napoli

Tattica Roma-Napoli – Allo Stadio Olimpico di Roma, sabato 2 novembre alle 15:00, il Napoli affronterà gli uomini dell’ex allenatore dello Shakhtar Paulo Fonseca. “Questione di moduli” è la rubrica dedicata agli appassionati di lavagnette tattiche, moduli e sistemi di gioco.

La Roma di Fonseca

Il tecnico portoghese Paulo Fonseca è alla prima stagione in Serie A, dopo dieci giornate, la dimensione della sua Roma è quella di una squadra che può ambire alla qualificazione Champions. Seppur contando una sola sconfitta, la Roma non ha convinto da subito ma arriva alla sfida contro il Napoli con un assetto ben assimilato. La probabile formazione giallorossa: (4-2-3-1) – Pau Lopez; Spinazzola, Cetin, Smalling, Kolarov; Mancini, Veretout; Zaniolo, Pastore, Kluivert;  Dzeko.

Fonseca, già ai tempi dello Shakhtar utilizza un sistema di gioco “europeo”, il 4-2-3-1 importato da Benitez a Napoli e proposto ad inizio stagione da Carlo Ancelotti. La squadra si muove per portare la punta centrale in posizione favorevole per il gol già dalla costruzione bassa: il dialogo tra i terzini ed i centrocampisti esterni è frequente ed è finalizzato al cross, soprattutto con Kolarov a sinistra. Fonseca fa parte di quegli allenatori che preferisco correre dei rischi e giocare palla anche se pressati alti. Lo sviluppo del gioco avviene prevalentemente palla a terra, l’opzione che prevede il lancio lungo al fine di utilizzare i centimetri di Dzeko e giocare le seconde palle è considerata sempre un piano b. Superata la prima linea di pressione, il dialogo si sviluppa principalmente sulla catena di sinistra per cercare il fondo, ma viene sfruttata anche la capacità di Edin Dzeko di tenere palla arretrando a centrocampo, creando così spazio per gli inserimenti degli esterni. In fase difensiva la Roma si compatta in un 4-4-2 tenendo alte le linee di pressione.

Il Napoli di Ancelotti

Assolutamente un bene il fatto che gli azzurri possano tornare subito in campo dopo quanto accaduto mercoledì sera allo Stadio San Paolo ad opera del direttore di gara Giacomelli. Il Napoli è invaso di rabbia ed amarezza e vorrà senza dubbio riscattare e non concedere ulteriore terreno in campionato. Il 5 novembre ci sarà il Salisburgo al San Paolo per il quarto turno del girone di Champions, la gara è di quelle che valgono il biglietto per gli ottavi ed Ancelotti valuta la formazione contro la Roma anche in base a questo. La probabile formazione: Meret, Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Mario Rui, Callejon, Zielinski, Insigne, Milik, Mertens.

Tattica Roma-Napoli

Giovanni Di Lorenzo è senza dubbio il difensore del momento, ha trovato l’azzurro della Nazionale e, anche quando chiamato a giocare a sinistra, ha saputo dimostrare il suo talento. Sarà lui a dover spezzare le trame offensive costruite dalla catena di sinistra della Roma. Anche Dzeko troverà in Koulibaly un avversario che non teme la sua prevalenza fisica. Il Napoli dovrà canalizzare l’amarezza per il pareggio contro la “dea” trovando quella sana cattiveria agonistica che forse è mancata in alcune occasione della stagione. Gli uomini chiave saranno Zaniolo e Di Lorenzo.

Mario Scala

PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE SUL NAPOLI CLICCA QUI

Mario Scala

Mario Scala

Sono nato a San Giorgio a Cremano(NA) il 19/11/1983. Ho frequentato l'ITIS Alessandro Volta e nel 2002 diventato perito informatico. Nel 2006 ho conseguito la laurea breve in "Scienze organizzative e gestionali ad indirizzo marittimo e navale". Risiedo attualmente in provincia di Massa Carrara. Fino a che avrò 36°C in corpo FORZA NAPOLI.

View all posts by Mario Scala →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *