Scontri Ajax-Juve, La Stampa: “Un gemellaggio dietro la guerriglia? Trovata anche una granata”

   
   

Scontri Ajax-Juve, emergono nuovi dettagli:

Per gli scontri avvenuti prima di Ajax-Juve, 120 tifosi bianconeri sono finiti in stato di fermo. Il gruppo di facinorosi è stato trovato in possesso di manganelli, coltelli e spray al peperoncino. Gli stessi hanno poi fatto ritorno a Torino in serata con il foglio di via. Inoltre, stando a quanto si apprende molti juventini erano ad Amsterdam senza biglietto.

Ma non solo, perché secondo quanto riferisce l’edizione online de La Stampa, c’ è anche una bomba, in particolare una granata trovata fuori la sede di un gruppo di tifosi olandesi presumibilmente gemellati con i colleghi sabaudi.

Come si legge su La Stampa, “La situazione più critica è stata vissuta fuori dalla Johan Cruijff Arena, dove centinaia di ultrà dell’Ajax si sono scontrati con la polizia due ore prima della partita”. Tutto nato da un tentativo di sfondare un cordone di agenti e arrivare al contatto con i tifosi juventini.

SCONTRI AJAX-JUVE – L’ aspetto più inquietante, però, il quotidiano piemontese lo sottolinea nella chiosa: “Non è escluso che il tentativo dei tifosi dell’ Ajax fosse per cercare lo scontro con quelli del Den Haag, che sono storicamente gemellati con quelli della Juve ed erano presenti ad Amsterdam. Martedì mattina una granata era stata fatta ritrovare fuori dalla sede degli ultrà del Den Haag, come un avvertimento in vista della partita e per antiche ruggini”.

Potrebbe interessarti anche:
VIDEO – Ilaria D’Amico e il pregiudizio su Napoli: “Approccio partenopeo, da triccheballacche…”

Iscriviti al canale Telegram di ForzAzzurri

   
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *