Grande interesse della Roma per Mertens. Nedved, caduta di stile ed altro a Radio Punto Nuovo

Mertens Napoli
   

Marota: Mertens? La Roma cerca proprio quel profilo lì, l’anno scorso c’era El Shaarawy, quest’anno la Roma segna poco, si è fatto male Zaniolo ed in casa giallorossa ci si guarda intorno per sondare il terreno

A ‘Punto Nuovo Sport Show’, trasmissione  in onda su Radio Punto Nuovo, sono intervenuti opinionisti e giornalisti per parlare del Napoli, dell’interesse della Roma per Mertens, di Nedved  Comisso, Ziliani e di altro.

Questi gli interventi degli ospiti della trasmissione riportati da ForzAzzurri.Net

Marota: “Mertens può essere stato a Roma per tre motivi. Grande interesse della squadra giallorossa”

Giorgio Marota, Corriere dello Sport: “Possiamo leggere la presenza di Mertens a Roma in tre modi.  Il primo che Mertens fosse lì proprio per la società giallorossa, ma va detto che a Roma ci sono gli uffici di De Laurentiis e che il secondo motivo fosse un possibile rinnovo e come terza cosa che Mertens fosse lì in gita di piacere con gli amici.

La Roma cerca proprio quel profilo lì, l’anno scorso c’era El Shaarawy, quest’anno la Roma segna poco, si è fatto male Zaniolo ed in casa giallorossa ci si guarda intorno per sondare il terreno.

Difficilmente la Roma potrebbe garantire a Mertens un ingaggio alto, c’è una valutazione in corso per abbassare il monte ingaggi, bisogna anche capire se la Roma avrà introiti dalla Champions. Mertens sta cercando un rinnovo almeno alla stessa cifra che guadagna al Napoli, cosa che la Roma potrebbe fare soprattutto perché non deve spendere soldi per il cartellino”.

Marrucco: “La rosa dovrà essere impostata su 16/17 giocatori, sono curioso di vedere le scelte di Gattuso”

Fulvio Marrucco, avvocato: “Cercherei di trattenere Mertens per quello che ha dato e che ancora potrebbe dare, ma ovviamente entra in ballo la volontà del giocatore che penso preferisca stare al Napoli.

E’ importantissimo tenerlo anche come futura figura dirigenziale, perderlo a parametro 0 per strada, sarebbe un delitto. Milik e Zielinski? La campagna trasferimenti di gennaio è stata piena di investimenti a fronte di tante uscite, ritengo che qualcosa hanno in testa per recuperare gli investimenti effettuati. Bisognava adesso uscire da questo momento e subito dopo la partita col Barcellona bisognerà affrontare il discorso rinnovi. La rosa deve essere impostata su 16/17 giocatori, sono curioso di vedere le scelte di Gattuso”.

Fontana: “Rrahmani è forte e d’esperienza. Kumbulla giovane talento”

Matteo Fontana, Gazzetta dello Sport: “Ciro Immobile sta vivendo una stagione incredibile, ma Rrahmani non gli ha dato chances ieri sera. Sarebbe lo stesso Verona senza Kumbulla e Rrahmani? Bisognerebbe vedere chi li sostituiscono.

Rrahmani è forte, di grande esperienza, capitano della sua Nazionale ed ha uno stato di maturazione. Kumbulla tra poco compie 20 anni, un talento, bisogna vederlo in una piazza diversa con diverse pressioni. Bisognerà capire chi sarà a guidarli, in che contesto saranno inseriti. Quando Koulibaly arrivò non era granché, con Maurizio Sarri è diventato un campione. Quanto a potenzialità Rrahmani è più formato, Kumbulla si sta consacrando man mano, è molto giovane. Su Kumbulla per adesso siamo fermi, c’è l’accordo con il Napoli, ma con gli agenti ha stoppato qualsiasi intesa per valutare le richieste, senza agire d’istinto”.

Chiariello: “Leggo e sottoscrivo le parole di Paolo Ziliani su Il Fatto Quotidiano”

Umberto Chiariello, giornalista, con il suo EditoNuovo: “Oggi riporto il pensiero di una persona notoriamente tacciata di essere anti juventina: Paolo Ziliani. Ha risposto ad una lettera su Il Fatto Quotidiano sulla questione Commisso-Juventus.

La risposta: “Gentile Elisa, il nostro pensiero, invece, è che abbia fatto bene Pavel Nedved, vicepresidente della Juventus, a ribattere alle accuse di Commisso. Ed è stata una fortuna che Nedved, nell’ occasione, non fosse sotto squalifica per insulti agli arbitri come svariate volte gli è capitato da quando è dirigente della Juventus. 

Ad esempio quando fu inibito per un mese per essersi scagliato contro l’ arbitro Valeri al termine di Juventus-Sampdoria 1-2 (6 gennaio 2013, due gol di Icardi, la Samp che vince a Torino con un uomo in meno). Per meglio capirci: se dopo la recente sconfitta della Juventus in Supercoppa contro la Lazio (a Ryad, 22 dicembre 2019, 1-3), per la piazzata fatta negli spogliatoi a fine partita per l’ arbitraggio di Calvarese, Nedved fosse stato squalificato per 40 giorni, invece che multato di 5 mila euro (al pari di Paratici), domenica non avrebbe potuto presentarsi negli spogliatoi.

Certo, anche lui è umano: e può succedere che anche dopo una vittoria, come in Atalanta-Juventus 0-3, vada lo stesso a insultare l’ arbitro Orsato, ricevendo i soliti 5 mila euro di multa, rimproverandogli di aver fischiato un rigore contro la Juve, per fallo di Chiellini, rigore poi parato da Buffon. E dimenticavamo: non solo i dirigenti dovrebbero prendere esempio da lui, ma anche i calciatori.

Sapete cosa fece Nedved quando il compianto arbitro Farina, l’ 1 dicembre 2006, gli mostrò il cartellino rosso in Genoa-Juventus 1-1 per aver calpestato un avversario (sua specialità della casa)? Lo insultò e gli calpestò un piede. Fosse stato un giocatore del Pizzighettone o dell’ Akragas gli avrebbero dato 2 anni. Giocava nella Juve, gli diedero 5 giornate”.

Di Staso (avvocato): “Calciopoli non è una farsa. Un giudice non può essere parente di uno delle parti, Pairetto potrebbe infrangere l’articolo 51 del codice di procedura civile”

Ruggero Di Staso, avvocato: “Quando mi sono iscritto a Facebook ho cominciato a leggere commenti vari su calciopoli che era una farsa e non riuscivo a capire di cosa parlassero. Mi sono documentato, scaricato ogni sentenza e posso garantire che calciopoli è sacrosanta.

Anti juventino? No, sarò sincero la prima partita che ho visto in vita mia allo stadio fu Bari-Juventus, perché mi interessava Paolo Rossi, Scirea, sono stato un simpatizzante della Juventus, ma roba di 3′ perché una squadra di Serie C buttò fuori quella Juventus. Partiamo dal presupposto che per legge le indagini possono durare 6 mesi prorogate per altre due volte, più di tanto non si poteva indagare.

Moggi è stato condannato perché ha posto in essere atti tali da mettere in pericolo il corretto svolgimento del campionato. Calciopoli dal punto di vista giuridico ha sancito che l’arbitro è un giudice ed in quanto tale è soggetto alle solite percussioni a cui è soggetto un giudice. Un giudice non può essere parente di uno delle parti, amico, né alcun tipo di rapporto.

Nel momento in cui Pairetto ha questi rapporti, non può arbitrare come riportano gli articoli 51 e 52. Da una parte c’è la legge penale, dall’altra c’è la legge sportiva che è un mondo a sé, fin quando le cose sono separate, non c’è nessun problema. Commisso o Nedved? Per il momento non mi schiero, qualcuno ha scritto che si stanno creando le basi per tornare a calciopoli, quasi come fosse stato un tranello di qualcuno. Se Moggi non si metteva a parlare e decidere con i vari Pairetto e Bergamo chi doveva arbitrare e chi no, non si creava nessuna calciopoli. Se la Juventus è onesta, non ha niente da temere”.

Malfitano: “Nedved, caduta di stile. Gattuso buon lavoro, la vittoria di Genova è stata un toccasana”

Mimmo Malfitano, Gazzetta dello Sport: “Intervistare un giocatore senza vincoli è diventato impossibile. Nedved? Credo che alla Juve ci sono state obiettivamente poche cadute di stile, ma l’ultima di Nedved mi è parsa pure eccessiva. E’ vero che i toni di Commisso sono stati da boss, ma c’è anche la delusione e la rabbia di chi crede di aver perso immeritatamente la partita.

La Fiorentina già si era lamentata in precedenza degli errori arbitrali, ma se la mettiamo su questo piano, cosa dovrebbe dire De Laurentiis? Avrebbe dovuto fare la rivoluzione? Andare a conquistare il palazzo della Federazione a Roma e della Lega a Milano? Sono cose che succedono, il Napoli ci è andato dentro 4-5 volte, con una classifica infame.

Gattuso? Buon lavoro, siamo abituati ad entusiasmarci e deprimerci in poco tempo, ci vuole equilibrio. La vittoria di Genova è stata un toccasana, la squadra ha dato ulteriori dati di ripresa ma ha evidenziato alcune lacune che vanno colmate. Politano titolare contro il Lecce? Stamattina ho scritto un articolo sul personaggio Politano, scrivendo che domenica dovrebbe partire dal primo minuto. Non ho alcuna certezza, è un ragionamento fatto. Negli ultimi tempi Callejon non mi sta entusiasmando”.

De Paola: “Commisso ha sbagliato completamente il target ed ha lanciato una miccia nel pagliaio”

Paolo De Paola, giornalista: “Commisso ha sbagliato completamente il target, sono d’accordo sul fatto che quello non era rigore, ma la partita è finita 3-0. Su certe cose non bisogna aspettare Commisso, quando lanci una miccia nel pagliaio, prende tutto fuoco, quale squadra più odiata della Juventus che vince da otto anni? I colleghi dell’ufficio stampa del Napoli, li attacco a prescindere. Sono stato penalizzato in più di una conferenza stampa perché si sceglievano i colleghi graditi per parlare con De Laurentiis. Nedved può essere considerato antipatico perché era un simulatore, poco corretto, che non può fare la morale. Appena c’è una risposta da parte della Juventus, diventano tutti antipatici e spocchiosi”.

Chiariello: “Linea difensiva del Verona ottima, uno di loro è del Napoli: acquisti vanno nella giusta direzione”

Umberto Chiariello, giornalista, con il suo EditoNapoli: “Ho seguito Lazio-Verona con palpitazione. Ho tifato per la Lazio per avere un bel campionato, mi è dispiaciuto vedere Luis Alberto prendere due pali. Ho seguito con grande tifo la linea difensiva del Verona, tra Inter e Milan, cioè tra Handanovic e Donnarumma, si è inserito Silvestri con 8 clean sheet. Ciò che conta è che in questa difesa gioca uno che è un acquisto del Napoli, l’altro forse lo diventerà. Scelte del Napoli che mi sembra vadano nella giusta direzione”.

Mertens Madrid

PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE SUL NAPOLI CLICCA QUI

Cammaroto: “Il Napoli lavora ‘forte’ su Fofana”

Nicchi dovrebbe farsi da parte. Il VAR anziché migliorare ha peggiorato le partite

Colonnese: “Napoli, prendi ancora troppi gol”

Castel Volturno, il report: Malcuit torna ad allenarsi, assente giustificato Manolas

Lecce, Meluso: ”A Napoli venderemo cara la pelle”

Corbo: “La cura Gattuso ha ridato al Napoli regolarità di marcia”

Sky, Di Marzio: “Mercato Napoli, ottimo Giuntoli: a giugno ci sarà una rivoluzione corposa”

Castel Volturno, il report: Malcuit torna ad allenarsi, assente giustificato Manolas

Lozano e l’incongruenza di cifre folli spese che potevano servire a completare il Napoli

Gattuso, la sorella è ricoverata in terapia intensiva

Napoli, senti Maggio: “Col Benevento in Serie A per poter tornare al San Paolo”

UFFICIALE – Brescia, esonerato Corini: il comunicato

Calciomercato Napoli, bloccato Kumbulla per giugno: le ultime

CONTENUTI EXTRA

Bimba cade da sci, in terapia intensiva

Domani scuole chiuse a Napoli

Coronavirus: coppia cinese stazionaria

 

Vincenzo Vitiello

Giornalista --- Vice Direttore

View all posts by Vincenzo Vitiello →