Serie A, scoppia il caos in Lega: urla e pugni sui tavoli, Dal Pino voleva dimettersi

Campionato serie A

Serie A, scoppia il caos in Lega: urla e pugni sui tavoli, Dal Pino voleva dimettersi

Il calcio italiano e la Serie A ripartono senza tifosi a causa dell’emergenza Coronavirus. Come riportato da Repubblica, nonostante il richiamo alla responsabilità, nelle sale del Coni s’è consumato il consueto mercato delle vacche, con urla, pugni sul tavolo, minacce di risarcimenti danni milionari nei confronti dei consiglieri di Lega.

Il presidente della Lazio Claudio Lotito insisteva per giocare a porte aperte, auspicando attraverso un pressing serrato sulla ministra Lamorgese che il governo accettasse di affidare ai prefetti la scelta sugli stadi da chiudere: più degli incassi, non voleva perdere il vantaggio di giocare con i propri tifosi. Il presidente dell’Atalanta Percassi insisteva poi per giocare il match contro la Lazio il 13 maggio e non il 15 marzo, come prevede il programma. C’era persino chi spingeva per interrompere qui il campionato definitivamente, per garantirsi un altro anno in Serie A. Qualcuno rifletteva amaro. Basta un massaggiatore col virus e siamo tutti fregati.

Il presidente della Lega Paolo Dal Pino, esausto, ha minacciato tre volte di dimettersi all’istante. Poi, insieme all’amministratore delegato Luigi De Siervo, ha capito che l’unica strada per risolvere la situazione fosse un’altra: i due si sono presentati nel pomeriggio in Federcalcio per chiedere al presidente Gabriele Gravina di risolvere la situazione. La Figc ha quindi disposto — una volta ricevuto il decreto firmato dal premier Conte — la chiusura di tutti gli stadi della Serie A fino al 3 aprile. Un danno da trenta milioni, ma anche l’unico modo possibile per “evitare l’interruzione e consentire la conclusione del campionato.

PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE SUL NAPOLI CLICCA QUI

Daily Star: Ancelotti ha chiesto all’Everton di acquistare Lozano

Napoli-Inter rinviata. Per i biglietti già acquistati, ecco cosa fare

De Laurentiis determinante per rinviare Napoli-Inter. Coronavirus? Prima del calcio, viene la salute dei cittadini

Del Genio: “Porte chiuse erano già state previste”

UFFICIALE: rinviata Napoli-Inter

Serie A, saltata l’assemblea di Lega

Rinnovi in casa Napoli, l’accordo con Milik sembra impossibile. Il polacco cerca squadra

Coppa Italia, rinviata Napoli-Inter

Bardelli e Sibilia: Gare a porte chiuse danno economico incalcolabile. Giocare senza pubblico è una sconfitta

Rinvio Juve-Milan – Scoppia la polemica social

CONTENUTI EXTRA

Vendevano ‘antidoti’ per il coronavirus, denunciati 14 imprenditori

Coronavirus: presidio sotto la Splendid

Coronavirus, non tutti gli studenti esultano per la chiusura delle scuole

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *