Napoli contro il Barca con caratteristiche di Gattuso. Brych non ha inciso sul risultato

Gattuso

Casaglia: ieri ho visto un Napoli con molte caratteristiche di Gattuso, soprattutto per quanto riguarda la fase di non possesso: la pecca principale del Napoli di quest’anno. Resta ancora una piccola incertezza nelle partite in cui dovrà impostare gioco

A  ‘Punto Nuovo Sport Show’, trasmissione in onda su Radio Punto Nuovo, sono intervenuti opinionisti e giornalisti per parlare della partita di Champions League che si è giocato ieri tra il Napoli ed il Barcellona, di Gattuso e di Brych arbitro del match del San Paolo.

Questi i loro interventi riportati da ForzAzzurri.Net:

Pinna: “Brych e Oliver sopravvalutati. Abbiamo perso 3 arbitri élite e non siamo stati capaci di rimpiazzarli a causa della gestione Nicchi”

Edoardo Pinna, Corriere dello Sport: “Ho dato 4.5 a Brych, riflettiamo su una cosa: il doppio giallo nella stessa azione è stato giustamente sottolineato, non si vede tutti i giorni, ma bisogna guardare i pochi secondi prima. Un arbitro internazionale come Brych, primatista europeo in Champions League, si avvicina al luogo del misfatto passeggiando per il campo… stai arbitrando Napoli-Barcellona, vedi che gli animi si accendono e devi intervenire immediatamente. Giusta l’ammonizione di Mario Rui e Vidal per la seconda volta, ma ha tenuto quest’atteggiamento per tutta la partita. Mi occupo di arbitri per 15 anni e reputo Brych indolente, mi piace un altro tipo di arbitri. Scomina? E’ ancora vecchia guardia. Oliver sopravvalutato come Brych. Molto spesso a livello internazionale vale molto più la nomea che ciò che fai sul campo. Brych ha inciso sulla partita? Basta un episodio che vale per tutti: il fallo su Insigne ad inizio azione che ha portato al gol del Barcellona, quello è da VAR. Gli arbitri europei hanno delle direttive abbastanza stringenti sull’uso del VAR, Brych ci va poco. Nicchi? Dopo 11 anni chiunque deve avere l’umiltà di farsi da parte per un ricambio generazionale e perché i risultati sono davanti agli occhi di tutti. Abbiamo perso 3 arbitri élite e non siamo stati capaci di rimpiazzarli: Rizzoli, Orsato e Rocchi. L’anno prossimo ci presenteremo con solo Orsato, Massa scomparso tra le nebbie. Promuoviamo arbitri che hanno 37 anni – con solo 8 anni di carriera avanti – come Maresca che sta andando molto bene, ma da un punto di vista anagrafico è anziano. Abbiamo un deficit e lo dobbiamo ad una gestione sbagliata degli arbitri in questi anni”.

Chiariello: “Assalto all’Europa che mancava dal 2010. Riuscirà il Napoli nell’impresa? Intanto stasera c’è di scena la Juventus realmente interessata nella conquista della Champions”

Umberto Chiariello, giornalista, con il suo EditoNuovo: “L’assalto all’Europa da parte dell’Italia continua. E’ dal 2010 che non vinciamo in Europa. L’Atalanta che è la matricola, la rivelazione, partita da un girone proibitivo ha compiuto il miracolo di qualificarsi ed ha avuto un sorteggio benigno dando 4 palloni al Valencia. Il Napoli fa tremare il Barcellona, il primo tempo di ieri entra di diritto nell’Hall of Fame della squadra. Napoli che ha dimostrato di saper giocare tatticamente sfruttando le sue armi fatte di concentrazione, grande dirigenza tattica e l’estro dei suoi fantasisti. I conti non tornano, gli arbitri come solito incidono. Riuscirà il Napoli nell’impresa a Barcellona? Intanto stasera c’è di scena la Juventus, quella che veramente vuole conquistare la Champions League”.

Guidi: “Brych ha inciso sul risultato? No. Il calcio non è una scienza esatta, c’è anche la casualità”

Marco Guidi, Gazzetta dello Sport: “A Brych ho dato 6.5 che è un voto generale sulla prestazione dell’arbitro. Al primo tempo Busquets ha trattenuto il pallone senza permettere di giocarlo, lì non fischia fallo all’attaccante in pressione, ma a Busquets anche se manca il cartellino giallo, come da regolamento. Vale la pena dire che era ancora primo tempo, quindi non si può fare un discorso retroattivo. Brych ha inciso sul risultato? No. Il calcio non è una scienza esatta, c’è anche la casualità”.

Benvenuti: “Gattuso ha vissuto una partita per il 90% di grande consapevolezza ed autostima. Tra i tanti meriti ha quello di aver riportato coesione”

Benvenuti, Sport Mediaset: “Gattuso? Ha vissuto una partita per il 90% di grande consapevolezza ed autostima. Questo Barcellona non era un’armata invincibile. Il Liverpool sta facendo attualmente il Barcellona degli anni d’oro, per questo penso che il rammarico sia doppiamente grande. Arrabbiato con Brych? Assolutamente, qualcosa non è andato nel verso giusto tant’è che il quarto uomo lo conteneva nella sua area tecnica. Una direzione, nella sua complessità sufficiente, secondo me. Gattuso solo “ringhio”? Mi sembra un tecnico con le idee chiare, non è assolutamente solo “ringhio”. Ogni squadra rispetto alla squadra che affronta deve mettere in campo ciò che è più utile, come ha intelligentemente fatto Gattuso. Grande empatia di squadra? Tra i tanti meriti di Gattuso c’è il fatto di aver messo in chiaro che bisogna darsi tutti una mano e si è visto in campo. Ha investito molto dal punto di vista personale per trovare una coesione”.

Casaglia: “Ieri ho visto un Napoli con molte caratteristiche di Gattuso. Sintetizzerei la partita in questi due numeri…”

Alessandro Casaglia, match analyst: “Ieri ho visto un Napoli con molte caratteristiche di Gattuso, soprattutto per quanto riguarda la fase di non possesso: la pecca principale del Napoli di quest’anno. Resta ancora una piccola incertezza nelle partite in cui dovrà impostare gioco, le squadre di Gattuso non hanno mai brillato sotto quest’aspetto. Ricordo alcune partite del Milan quando arrivò in finale di Coppa Italia a cui non riuscivi a tirare in porta. Ieri il Barcellona ha tenuto possesso palla ma uno dei pochi tiri è stato quello che ha poi portato al gol. La costruzione dal basso può essere migliorata sia per quanto riguarda gli interpreti, perché il Napoli non ha un vero e proprio regista, Demme è più difensivo. Un Napoli che come nel primo tempo ha un attacco estremamente leggero, ha necessità di spazi, perché non ha un attaccante centrale forte fisicamente. Ieri Milik è subentrato quando il Napoli è andato in difficoltà col palleggio. Partita da sintetizzare in due numeri: 111km contro i 99km del Barcellona, quindi ogni giocatore ha corso 1,2km in più a quelli del Barcellona. L’altro in negativo può essere quello delle palle perse anche nella metà della propria metà campo”.

Chiariello: “Rino non puoi dire che ci hanno fatto il solletico, impara a comunicare”

Umberto Chiariello, giornalista, con il suo EditoNapoli: “Come al solito il day after è il giorno degli stupidi. Dopo questa prova del Napoli che con Gattuso batte Lazio, Inter e Juve, non perde con il Barcellona, nonostante Brych, piovono critiche. “Che Napoli è, cos’è questo catenaccio, Insigne se ne deve andare, Callejon non è buono ecc…” dobbiamo essere orgogliosi di questi ragazzi. Quando dicevo che sono i meno colpevoli, non lo facevo per simpatia, ma per ragion veduta. Gattuso deve anche imparare a fare l’allenatore, però, non può dire che ci hanno fatto il solletico perché al ritorno ci possono far male. Rino queste dichiarazioni non si fanno, impara a comunicare e Lobotka portalo con te. Cresci anche tu”.

Gattuso

PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE SUL NAPOLI CLICCA QUI

Napoli ad un passo dall’impresa! Non basta il cuore e un super Mertens per battere il Barcellona

Gattuso:”Siamo stati bravi, ma potevamo fare meglio. Abbiamo possibilità”

Insigne a fine partita:”Gara di sacrificio, pareggio amaro”

Lozano, tutto confermato. Andrà in tribuna

Martino:”San Paolo? I catalani resteranno sorpresi”

Delusione per una piccola tifosa, niente foto con Messi

Sandro Ruotolo:”Il sarrismo esisterà per sempre. Feltri? Ho chiesto di radiarlo”.

Il Barça dovrà sudarsela al San Paolo. Ecco perchè il Napoli ha già vinto!

Calciomercato – Mertens, resta calda la pista Inter per giugno

CONTENUTI EXTRA

Coronavirus in Italia, come ci possiamo difendere

Coronavirus, non correte al pronto soccorso

Il primario del sacco: “Così si è diffuso il virus in Italia”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *