Napoli – Gattuso vuole la difesa meno esposta, straordinari per i centrali

Gattuso

Napoli – L’emergenza è in difesa, sia per gli infortuni del momento e sia per i numeri che parlano di oltre un gol subito a partita.

Napoli – La Gazzetta dello Sport, tramite la firma di Mimmo Malfitano, espone i tristissimi numeri della difesa azzurra. Gattuso vuole le linea dei centrocampisti più stretta su quella della difesa.

“Rino Gattuso s’è raccomandato coi suoi ragazzi prima che la comitiva si mettesse in viaggio per Reggio Emilia, dove stasera affronterà il Sassuolo. «Per piacere, lasciate stare la classifica, non la guardiamo, andiamo avanti partita per partita». Potrebbe essere un buon rimedio per non deprimersi ancora di più, perché i 21 punti attuali sono davvero pochini per le ambizioni del club che vorrebbe la zona Champions League. Eppoi, ci sono i numeri, impietosi con il collettivo napoletano.Ricordano, per esempio, che la difesa apre spazi a tutti, concede troppe giocate agli avversari e, finora, ha subito 21 reti che la sistemano all’ottavo posto nella classifica dei gol incassati in campionato. Chiudere la porta Un’involuzione che ha contribuito alla crisi attuale. Il Napoli non vince dal 19 ottobre scorso, contro il Verona (2-0), e da allora ha sommato 5 pareggi e 3 sconfitte, mentre la difesa conta un passivo di 11 reti. Da una decina di giorni, Gattuso sta lavorando anche su quest’aspetto per garantire a Alex Meret una solida copertura. S’era pensato, nella scorsa estate,che la coppia Manolas Koulibaly sarebbe stata insormontabile, che avrebbe messo il bavaglio agli attaccanti della serie A. Invece, niente di tutto questo, perché a turno sia il difensore greco sia quello senegalese sono stati costretti a fermarsi per infortuni. Manolas non ha fatto in tempo a recuperare che s’è dovuto fermare Koulibaly dopo il malanno muscolare avvertito nei minuti iniziali della gara contro il Bologna. Al loro fianco si sono alternati Maksimovic e Luperto, ma il prodotto non è cambiato. Al di là dell’aspetto tattico, molte reti sono state subite per gli errori dei singoli, basti ricordare le due rimediate contro il Parma che evidenziano anche la poca serenità che circonda l’ambiente in questo periodo. Copertura mediani Sul piano tattico, qualcosa potrebbe cambiare. La mediana a 3 dovrebbe servire anche per accorciare la distanza tra i difensori e i centrocampisti e per favorire una maggiore copertura soprattutto quando la squadra è costretta a subire l’iniziativa dell’avversario. In alcuni momenti, il, Napoli ha evitato guai peggiori grazie al talento di Alex Meret che con le sue prodezze ha impedito che i passivi fossero ancora più consistenti. In questo periodo, poi, la difesa è in emergenza, oltre a Koulibaly è infortunato anche Maksimovic, mentre sugli esterni Di Lorenzo e Mario Rui resistono sulla tenuta. L’unico ricambio sulle fasce resta il solo Hysaj, perché Ghoulam non è ancora del tutto recuperato. Gattuso si augura di averlo a disposizione per la ripresa del campionato dopo la pausa natalizia. Intanto, Cristiano Giuntoli sarà attivo sul mercato di gennaio per trovarne un’alternativa nell’attesa che l’esterno algerino ritorni efficiente a tutti gli effetti. L’allenatore, comunque, sta lavorando anche sui movimenti di Di Lorenzo e Mario Rui. Entrambi sono molto incisivi nella fase offensiva, meno quando si tratta di recuperare e difendere. Insomma, è necessario trovare il giusto equilibrio per cominciare la risalita. Lo impone la storia degli ultimi 10 anni di questo club.”

PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE SUL NAPOLI CLICCA QUI

Enzo Bucchioni: “Via le multe per ritrovare serenità”

 

Mario Scala

Il grande giornalista pone le domande giuste per far emergere ciò che altrimenti resterebbe nascosto.

View all posts by Mario Scala →