Pubblicato il: 28 Gennaio 2020 alle 5:04 pm

Rrahmani, Amrabat e Kumbulla asse Verona-Napoli oltre ad altri calciatori

Rrahmani

MERCATO NAPOLI – Rrahmani, Amrabat e Kumbulla asse Verona-Napoli oltre a Parisi, Younes, Petagna, Pinamonti e Rodriguez

In diretta a ‘Punto Nuovo Sport Show’, trasmissione  in onda su Radio Punto Nuovo sono intervenuti opinionisti e giornalisti per parlare del Napoli, del mercato del club azzurro -con particolare riferimento  a Rrahmani, Amrabat, Kumbulla, Parisi, Younes, Petagna e Rodriguez e di altro.

Questi i loro interventi riportati da ForzAzzurri.Net:

Bucciantini: “Mercato di gennaio importante, ma non decisivo: classifica già stabilita”

Marco Bucciantini, opinionista SkySport: “Mercato di gennaio? Può migliorare o peggiorare le squadre, ma non cambia questo campionato già delineato: 3 in vetta e 2 che lottano per il quarto posto. C’è poi un gruppo di squadre, Milan, Napoli, Cagliari e Torino, che lotteranno per il sesto e settimo posto. In coda ci sono quattro squadre abbondantemente distanziate, con molti problemi in attacco, che mi sembrano condannate alla lotta salvezza. Mercato Napoli? A Napoli stanno arrivando giocatori anche in ruoli in cui ci sono giocatori con scadenze di contratto. Penso a Politano: una persona che può sostituire Callejon, che porta un po’ di espolosività nell’idea d’attacco. Petagna ottimo acquisto, il classico che sa fare qualsiasi lavoro della punta e gioca molto per la squadra. La cosa fondamentale è finire questa stagione in Europa, non si può perdere questa dimensione. Eriksen? Dà una possibilità in più a Conte e dà sicurezza alla squadra, dà l’idea di aver fatto di più per vincere il campionato, ma per me la Juventus è comunque più forte”.

Fontana: “Rrahmani, Amrabat e Kumbulla: l’asse Verona-Napoli”

Matteo Fontana: “Gli accordi tra Verona e Napoli sono già stati definiti già prima di Natale, come per Rrahmani. Su Amrabat il Napoli ha trovato l’intesa col Verona, con un contratto sostanzioso a 2 milioni di euro annui, ma il giocatore è un po’ perplesso, frenato da alcune sfumature. Dalle ultime indiscrezioni raccolte la Fiorentina sarebbe pronta a pareggiare l’offerta del Napoli, ma far saltare quest’accordo, è complicato per tutta una serie di motivi. Su Kumbulla c’è stato grande interessamento dell’Inter, ma il Napoli si è avvicinato in maniera molto forte. E’ vero che tra Verona e Inter ci sono ottimi rapporti, quindi non è per nulla secondaria la società nerazzurra in questa trattativa. Per Amrabat c’è la sensazione che un accordo non sarà preso in questa sessione di mercato, ma nella prossima”.

Galvan: “Parisi, Younes, Petagna e Rodriguez: il punto sul mercato del Napoli”

Bruno Galvan, CalcioNapoli24: “Parisi è voluto da Napoli, Parma e Lazio: trattativa importante, da febbraio in poi si avranno notizie più definitive. Younes? Mai stato convinto dal Genoa per una questione di posizione di classifica. Ranieri, allenatore della Sampdoria, ha detto di stimarlo, ma Younes guarda di buon occhio la Bundesliga. Petagna? C’è una bozza d’accordo tra il calciatore ed il Napoli. Pinamonti più indietro nelle gerarchie, mi sembra difficile che il Napoli paghi l’obbligo ad un ragazzo di 20 che deve ancora maturare, di 18 milioni. Rodriguez? Trovato l’accordo su un prestito con diritto di riscatto. Cifra intorno agli 8-10 milioni, se si trovasse l’accordo totale, Ghoulam va fuori lista o venduto”.

Chiariello: “Superato il giro di boa, Lazio e Inter restano in corsa Scudetto con la Juventus”

Umberto Chiariello, giornalista, con il suo EditoNuovo: “21° giornata su 38, abbiamo superato il giro di boa, ma sembrava che a fine gennaio la Juve salutasse la compagnia e si accaparrasse lo scudetto: invece no. Rino Gattuso ha deciso di salvare sé stesso, il Napoli, ma soprattutto il campionato. La Juventus rimane sempre in testa alla classifica, ma poteva approfittare della rottura dell’Inter. I nerazzurri hanno preso Eriksen, sono in pieno diritto e perfettamente in gioco, così come la Lazio”.

Longo: “Ricardo Rodriguez-Napoli: le richieste del Milan”

Daniele Longo, calciomercato.com: “Oggi intorno alle 17 l’agente di Ricardo Rodriguez sarà a Casa Milan. Il Napoli vorrebbe un prestito con diritto di riscatto, il MIlan chiede 6 milioni di euro con obbligo o delle condizioni che possano portare il giocatore all’obbligo. Il giocatore sarebbe entusiasta di giocare al Napoli e tornare da Gattuso, anche perché il CT gli ha chiesto di trovare continuità. Rodriguez ha giocato una buonissima prima parte di stagione, poi ha avuto un calo fisico ed è stato trattato male dai tifosi del Milan, ritenuto uno dei colpevoli della crisi del Milan. E’ un giocatore di grandissima affidabilità, uno dei migliori interpreti in tutta Europa nel suo ruolo”.

Vecchi: “Pianamonti ha bruciato le tappe sempre un passo in avanti a tutti. Pronto per il Napoli? Forse troverebbe poco spazio”

Stefano Vecchi, allenatore Sudtirol: “Pinamonti è un attaccante che con i pari età ha sempre fatto la differenza. E’ un giocatore che ha bruciato le tappe, sempre un passo avanti a tutti ed in Italia il più forte di categoria. E’ chiaro che il campionato italiano è complicato e diventa complicato imporsi. Ha qualità tecniche e morali importanti. Esposito? Lo conosco indirettamente, è sempre stato in categorie inferiori alla mia, ma è sempre stato considerato un grande talento, un giocatore del futuro. L’Inter a livello di settore giovanile è sempre stata molto pronta e preparata e Pinamonti negli ultimi anni è stato l’attaccante più forte. Pinamonti o Esposito? Si presentano con grandi caratteristiche, ma sono diversi. Dipende anche dalle condizioni che troveranno sul loro cammino, per assurdo potrebbero giocare insieme. Pinamonti pronto per il Napoli? A Napoli ci sono giocatori molto forti davanti, rischierebbe di trovare poco spazio. Miglior caratteristica di Pinamonti? Vede la porta, sa giocare sia spalle alla porta che in profondità, è un attaccante moderno. Petagna o Pinamonti? Se fossi Rino, Petagna mi sembra più pronto, poi se si vuole scommettere su un prospetto. Inter? Sta facendo molto bene, prosegue la crescita degli ultimi anni che ha portato avanti Spalletti e Conte quest’anno sta confermando la crescita sotto ogni punto di vista, nonostante la battuta d’arresto”.

Novellino: “Gattuso sta facendo un lavoro difficile, ha ritrovato la squadra. Insigne? Un punto fermo”

Walter Novellino, allenatore: “Gattuso deve osservare un po’ tutto, ha pagato lo scotto iniziale, ma gli stessi calciatori devono conoscere l’allenatore. Gestire il gruppo è difficile, ma è uno che conosce i momenti positivi e negativi in cui parlare o meno. L’ho avuto a Perugia da ragazzino, è un trascinatore, non vuole mai perdere. Questo Napoli è fortissimo, ha avuto qualche problema, ma si stanno ricomponendo. Demme è entrato zitto zitto, davanti alla difesa, dando geometrie che servivano, ma non dimentichiamo che mancava gente importante contro la Juve. Insigne? Ne farei un punto fermo. Gattuso sa benissimo le qualità dei suoi giocatori e sono convinto che ha ritrovato a livello psicologico il capitano che è un giocatore straordinario”.

Padovan: “Politano boccia Lozano, sono contento per il nuovo acquisto”

Giancarlo Padovan, giornalista: “Non so se De Laurentiis ha realmente intenzione di cedere l’attività. In questo momento niente potrebbe dargli la visibilità che gli dà il calcio, ma non credo cederà. Le uniche due cose che potrebbero farlo riflettere sono la tifoseria e gli enti pubblici. Sono convinto che il Napoli abbia fatto benissimo a prendere Politano, tecnico e veloce. Politano boccia Lozano? Sì. Per quello che si è visto, Politano è più di Lozano. Ci siamo fatti illudere da un gol del messicano, ma sia la collocazione di Ancelotti, sia quella di Gattuso. Napoli-Juventus? Quando il Napoli è ripartito, l’ha fatto molto bene. Il primo gol è dato da una perdita di palla di Matuidi ed una ripartenza di Insigne, tutta un’altra cosa. Il Napoli non ha fatto una contropartita, ma la sua partita”.

Chiariello: “Termine nuovo: continuità, questo è quello che serve”

Umberto Chiariello, giornalista, con il suo EditoNapoli: “Cosa doveva fare Rino Gattuso prendendo il Napoli? Innanzitutto ridare un’identità alla squadra: tattica, in primo luogo e non c’è riuscito fin quando non ha avuto in campo Demme o Lobotka. Doveva dare però qualcosa che và al di là dell’organizzazione di gioco: anima. Encefalogramma piatto, cuore freddo. Ora che sembra aver trovato una quadratura di gioco ed un’anima del suo capitano, Lorenzo Insigne, che si è trasformato da figura bulica ad aver ripreso fiducia. Quando ha la fiducia, fa diventare il pallone arte. Termine nuovo: continuità, questo è quello che serve”.

Amrabat al Napoli?

PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE SUL NAPOLI CLICCA QUI

Potrebbe interessarti:

Calciomercato Napoli, Ricardo Rodriguez a un passo dal vestire l’azzurro

Kumbulla vicinissimo al Napoli.Tutti i dettagli

Zazzaroni: “Lozano? Ancelotti mi ha detto che lo riprenderebbe volentieri”

Calciomercato Napoli, Amrabat non ha ancora deciso. Novità per Kumbulla

Calciomercato Napoli, fra Tsimikas e il Napoli c’è un accordo di massima. Un solo problema blocca l’affare

Calciomercato Napoli, per Mateta c’è forte gradimento. Il Mainz vorrebbe Younes

Politano, a ore l’ufficialità

Massimo Mauro attacca Sarri: “Non si vede nulla del suo Napoli”

Denis non ci sta: “Il Bari ci ha rubato due partite”

Calciomercato Napoli – Tutto su Marega, centravanti del Porto

CONTENUTI EXTRA

Virus Cina: Giappone lo classifica come malattia infettiva

Georgina Rodriguez è arrivata a Sanremo: “Alloggio in un hotel a 3 stelle”

RICETTE – Genovese di polpo

Avatar

Vincenzo Vitiello

Giornalista --- Vice Direttore

View all posts by Vincenzo Vitiello →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *